Past week in 5 random things n°15

By A.G. - Whatsinmybag - 14.3.12

La settimana passata, per me è stata ricca di avvenimenti, sceglierne solo cinque non è sempre facile ma anche stavolta ci sono riuscita. Ecco i miei 5 fatti a caso della settimana scorsa:

  1. Una tesserina fidelity de La Gardenia: Succede che una mattina una chiave viene dimenticata su una scrivania nella camera da letto di una casa. Più tardi quella sera, due fanciulle si ritrovano fuori da quella casa senza la chiave per entrare, la stessa dimenticata su quella scrivania nella camera da letto. Accade che con un pizzico di fortuna, le due riescano a superare l'impenetrabile portone che le separa dalla porta di quella casa e quindi dalla camera da letto con la chiave sulla scrivania. Senza chiave, senza possibilità di entrare, le due fanciulle hanno cominciato a riflettere sul da farsi, finché all'improvviso non è spuntata una tesserina de La Gardenia, la quale non è solo molto utile in vista di sconti e di promozioni ma possiede anche una forma congeniale alla situazione. STrsc, sping, tac tac, porc... TAC. E fu così che le prodi fanciulle riuscirono a riprendere possesso della propria casa, della propria stanza e della chiave lasciata su quella scrivania di quella camera da letto. Note per il futuro: Comprare un portachiavi e fare un doppione della chiave!
  2. Prr prr e croccantini al salmone: Il Gatto che mi ha adottato la settimana scorsa continua a farmi visita ogni giorno, adesso ha un nome, Micia. Banale lo so ma a me piaceva e alla fine è venuto naturale chiamarla così (Mi ricorda un po' Hello Spank " Micia, micia miaaa..." chi se la ricorda?). Mi sto affezionando a questa gattina e credo che presto mi darà dei micettini perché ha una bella pancia che cresce sempre di più. I micini mi invaderanno il giardino, fortuna che ho fatto scorta di croccantini al salmone. 
  3. Non ti curar di loro ma guarda e passa: Dante la sapeva lunga, lunghissima! 
  4. Allergia: Lo spuntare delle prime mimose rallegrano l'animo a tutti, è segno che la primavera è alle porte che la bella stagione sta per arrivare. Sono felicissima del bel tempo, è l'allergia che arriva con lui che mi distrugge. "Fazzolettini" sarà la parola d'ordine dei prossimi giorni e già adesso comincio a risentire dei primi effetti della rinite che incombe. Non v'è scampo, fino all'estate sono perduta. La cosa che più mi mette in difficoltà è che in genere questo è il periodo delle scampagnate, dei picnic, delle gite in campagna, tutte cose che per quanto mi riguarda rischiano di rivelarsi disastrose o peggio, una giornata in quel tipo di aperto è come colpirmi con una mazza da baseball e quindi spesso tocca dire di no agli amici che organizzano o impasticcarsi con i dovuti antistaminici. Non è piacevole, ne dire di no agli amici, ne star male, ne prendere gli antistaminici. Meno male che vivo in città, va.
  5. Cosmoprof: Quanto ho aspettato questa data, quanto ho desiderato che arrivasse in fretta, sapevo che sarebbe stata una bellissima esperienza ma ancora non immaginavo quanto e come. Giornata iniziata prestissimo, treno alle sette e mezza ed arrivo alle nove e mezza a Bologna, intercettate le colleghe in stazione, via che si parte con la navetta verso la fiera. Caos ed eccitazione! Sono partita con una trolley che tutto sommato è stata utile, poco pratica per attraversare la folla ma comodissima per ficcarci dentro di tutto, giacca, acquisti, volantini etc. I primi stand, i primi abbracci e i primi incontri, "come va?", "come stai?", "è un piacere rivederti!", sorrisi a fiumi e poi subito all'attacco delle prime chicche con quella frenesia piacevole che ti pervade e il desiderio di chiacchiere e confronti; la lista di cose da prendere resta ben chiara nella mente, subito arrivano le prime scelte e i primi sfizi conquistati, badando sempre a tenere sotto controllo l'istinto un po' troppo spendereccio. E poi la giornata che corre, stand dopo stand, acquisto dopo acquisto, chiacchiera dopo chiacchiera, scoperta dopo scoperta, ero stanca morta verso la fine del pomeriggio ma con addosso quella serenità e quel brio che ti rimane quando fai una cosa bella, quando vivi una giornata divertente in buona compagnia (ottima compagnia!). Il rientro poi è sempre un po' triste, ti abbracci e ti saluti e un po' di malinconia ti prende, perché la giornata è finita, perché il tempo è scappato via veloce senza darti il tempo di accorgertene quasi e sai che la "prossima volta" non sarà così prossima. Eppure, come ho già detto, ti restano le sensazioni belle e il desiderio che ci sia ancora occasione per riviverle, con quelle stesse persone che condividono con te la stessa passione, che ti hanno sorpreso per la simpatia e la freschezza, per l'entusiasmo e con cui val la pena trovare il modo di rivedersi per altre nuove avventure. Grazie!

E voi? voi come avete passato la settimana scorsa?

un bacio

  • Share:

You Might Also Like

7 commenti

  1. "Non ti curar di loro ma guarda e passa: Dante la sapeva lunga, lunghissima! " me lo devo ripetere mooooolto più spesso D: hihihi <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. son parole sante mia cara, parole santissime!!! Un bacione

      Elimina
  2. una settimana intensa direi! :) belli i micetti, belli gli incontri e le scoperte, meno bella l'esperienza di restar fuori casa... :)
    Cosa hai preso al cosmoprof? :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si però è stato divertente improvvisarsi scassinatrici XD Il post precedente mostra tutti i miei acquisti fatti al cosmoprof ;) Un bacione

      Elimina
  3. Settimana meravigliosa per me!Peccato però che mi sono persa il Cosmoprof! Non ti curar di loro, ma guarda e passa è decisamente il mio motto negli ultimi tempi!Baci cara!

    RispondiElimina
  4. mitica la tessera della gadenia!!

    wow il cosmoprof... mi sarebbe piaciuto andare ma non ho avuto la possibilità

    RispondiElimina
  5. bella settimana!!Per l'allergia ti capisco bene...pr me è ancora presto,ma comincio a prendere l'antistaminico proprio in questi giorni... :S

    RispondiElimina