A close up on make up N°107: Kiko, Water eyeshadow n°215 e n°213

By A.G. - Whatsinmybag - 14.9.12

Verso la metà di agosto entro da Kiko e per poco ho un colpo al cuore. Stavo accompagnando una mia amica e le stavo facendo da "guida" ( ci vorrebbero più virgolette) per scegliere qualche prodotto base da tenere nel suo beauty, giriamo per il nuovo espositore della Lavish Oriental, le cose scontate, poi ancora i soliti Active Colors e poi eccoli, tanti, troppi e tutti insieme, un'intera gamma di colori Water eyeshadow sbrilluccicava prepotente sotto i miei occhi ed il cuore ha cominciato a battere forte. 
In quell'occasione ne presi uno e ieri, complice qualche minuto passato a passeggio senza metà, sono entrata da Kiko e ne ho preso un altro. Oggi ve li mostro entrambi, pronte a scoprire con me i colori che ho scelto?



Gli Water eyeshadow sono tornati da Kiko con un "vestitino" tutto nuovo e decisamente più serio e più pratico rispetto ai predecessori. Ogni ombretto si presenta nella classica scatola nera, è racchiuso un astuccio in plastica nera dai bordi stondati munito di specchietto all'interno. La PAO è di 18M e la quantità è di 3g.

Questi ombretti erano bellissimi prima e lo sono tuttora, con il loro classico motivo ad onda che già di per sè rende bene l'idea della multidimensionalità che questi colori hanno: sono ricchi di sfumature e i colori sono tutti brillanti come non mai, alcuni hanno dei riflessi particolari, altri ancora sono veri e propri duochrome; ogni ombretto poi, può essere utilizzato da solo asciutto oppure bagnato (io uso l'acqua termale già da diversi mesi e funziona benissimo con qualunque tipo di ombretto effetto wet&dry o minerale).
Il primo colore che ho preso è stato il 215, un grigio/azzurro navy dal finish inconfondibilmente metallizzato, ha una bellissima texture morbida e setosa ed è cosparso di microglitter fini e sottili che sotto la luce si animano di mille riflessi: per certi versi sembra siano unicamente argentati, sotto determinate luci prendono vita e si riempiono dei colori dell'arcobaleno. Io l'ho adorato subito per il colore particolare, il genere già mi piaceva e in lui ho ritrovato le caratteristiche che apprezzo moltissimo in questi ombretti: la durata è ottima, la tenuta altrettanto, sono scriventi e performanti e sono facili da sfumare e da combinare con altri colori, ottimi, se usati asciutti, intensissimi se usati da bagnati.
Il secondo colore è stato preso ieri, mi ha colto in fallo questo acquisto perché non era premeditato, poi però sbirciando nell'espositore ho visto il n°213 e ho cominciato a rigirarlo tra le mie mani affascinata. Questo ombretto è un meraviglioso verde bosco scuro particolarissimo, trovo che abbia una bella dose di grigio e di blu nella sua composizione e il mix in se lo rendono uno dei verdi più belli che posso ricordare. In genere il verde non mi affascina particolarmente, è un colore che non uso spesso specie così scuro, ma questo mi ha impressionato subito, mi ha dato fiducia, mi ha letteralmente detto "comprami bella mia che saprò soddisfarti!". E che potevo fare io, l'ho comprato ovviamente.
Anche lui come il suo compagno è cosparso di microglitter, stavolta però più tendenti all'oro che all'argento ed anch'essi si mostrano pieni di vita colorata quando li si espone alla luce del sole o ad una luce diretta. Da bagnato è assolutamente perfetto, la sua parte fredda risalta ancora di più e lo rende intenso e profondo, non vedo l'ora di sperimentare con lui e studiare un trucco ad hoc, sono certa che con lui potrei realizzare uno smokey eye pazzesco.
Vi lascio a degli swatches che parlano più di quanto io stessa saprei fare, ho fotografato entrambi i colori sia nella loro versione asciutta e successivamente nella versione bagnata, in una prima foto con gli ombretti esposti a luce ambiente, prima il 215 e poi il 213, e in una seconda foto con gli ombretti esposti alla luce diretta del sole:

215 asciutto, 215 bagnato, 213 asciutto, 213 bagnato.


Questi ombretti come prodotto sono perfetti e ne sono davvero soddisfatta e contenta, l'unica discriminante potrebbero essere i glitter, non amati da tutte, ma per il resto davvero non gli si può dire nulla a parte che sono troppo cari: il loro prezzo, 8.90€, decisamente è alto per un solo singolo prodotto e come fece notare in un suo video Hornitorella, non solo il prezzo è alto ma la quantità del prodotto dalla prima uscita ad oggi si è ridotta di 0,5g, cosa che non si può non considerare.
Perché non rendere questi colori più accessibili? Il mio primo water eyeshadow l'ho acquistato con l'uscita della collezione primaverile Kaleidoscopic (primavera 2011) e l'ho pagato 8.90€, era corredato di un bel packaging robusto rifinito con le grafiche della collezione, aveva un astuccio di velluto che lo proteggeva e a questo io avevo imputato il prezzo così alto. Stessa cosa per la seconda mandata, avvenuta a natale 2011, collezione Light Impulse, stessi ombretti (anzi no, simili in verità, ma stesse prestazioni), packaging da collezione più elaborato e presenza del solito astuccio di velluto, prezzo ovviamente 8.90€.
Adesso i water eyeshadow entrano in campo nella linea permanente, o comunque così si presuppone, arrivano in più colori, riveduti e corretti, o,5g in meno rispetto ai precedenti, un packaging più pratico, piccolo e maneggevole, niente fronzoli, niente vellutino, però stesso prezzo. Non sarebbe stata una mossa migliore farli uscire con un prezzo di almeno 1 o 2 euro meno?
Mi fermo qui e non mi dilungo oltre, la polemica sui prezzi Kiko ovviamente non è cosa nuova e vi dirò non è nemmeno nel mio stile dilungarmi troppo sull'argomento, l'ovvia conclusione della cosa sarà che non comprerò altri colori di questa serie perché troppo costosi per prenderne degli altri, ho scelto quelli che volevo e così finirà.
Li consiglio? Sì, il prezzo alto è una mazzata ma come ombretti sono molto validi, se siete interessate ad alcuni colori fate come me, siate oculate nella scelta e comprate con criticità.

E voi? voi avete mai provato questi prodotti?

un bacio

  • Share:

You Might Also Like

27 commenti

  1. Sono entrambi stupendi! Il 215 l'avevo puntato anche io..Sul prezzo non posso che essere d'accordo. Sto infatti rimandando l'acquisto perchè ne ho altri prioritari :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ad un certo punto bisogna fare delle scelte, ieri ho girato per tanto tempo nel negozio prima di comprare qualcosa, ero lì per una commissione chiesta da una mia amica che non poteva andarci, se non avessi trovato il 213 probabilmente non avrei preso nulla, i prezzi alti cominciano a frenarmi e non solo da Kiko ad essere franca.

      Elimina
  2. il blu me lo sono preso nella versione sphere ma erano praticamente identici con quello che mostri tu e lo sphere costava meno, con l'offerta ombretti a 3.90 €

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I color sphere non mi entusiasmano purtroppo, non tanto per il colore quanto per la texture, non sono scriventi come piacciono a me.

      Elimina
  3. sono bellissimi, il 215 è il mio preferito della collezione, ma costano troppo e ho deciso a malincuore di lasciar perdere..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai fatto bene a rinunciare, magari hai investito in altro o li conserverai per qualcosa di meglio o di più, a me piacevano e me li sono concessi, ma solo loro e nessun altro.

      Elimina
  4. Il 213 mi piace un sacco!
    bella scelta per entrambi comunque.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero che è un bellissimo verde? davvero mi ha stregata^^
      Si penso di aver preso due colori molto particolari :)

      Elimina
  5. anch'io ho trovato l'espositore entrando in un negozio dov'ero in vacanza, non c'erano ancora tutti i colori quindi non ne ho comprato nessuno, registrando in memoria il numero 224! ;)
    Quando sono tornata a casa sono andata in negozio, c'erano tutti e me ne piacciono tantissimi, ma 8.90€ non è un prezzo abbordabile inoltre dopo la riduzione di quantità che hai segnalato la voglia di comprarli si è ridotta a sua volta...anche secondo me dovrebbero abbassare di 1 o 2 euro il prezzo!
    Comunque, hai scelto due colori meravigliosi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si avrebbero dovuto proporli ad un prezzo più basso, anche di poco, non occorreva proprio svenderli, bastava proporli ad un prezzo da linea permanente, costano più di un blush, è assurdo!

      Elimina
  6. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  7. non lo so...quando sono usciti mi sbrilluccicavano gli occhi,soprattutto per colori verdi/blu come questi....adesso confesso che se dovessi investire in altri ombretti,spenderei quei due/tre euro di più rispetto e kiko e sceglierei INGLOT. kiko è nato come low cost,e non riesco a vederlo altro che low cost....con la qualità che varia,a volte buona, altre meno(con gli smalti per esempio io non ho un buon rapporto).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi trovi d'accordo con te riguardo al fatto che Kiko è un marchio low cost, lo è e la qualità c'è e non c'è, ad esempio almeno l'80% dei prodotti della linea permanente proprio non mi piacciono, fatto salvo per i rossetti, alcuni e i LLS che sono fantastici. Proprio perché conosco abbastanza bene il "pollo" trovo assurdo certi aumenti di prezzo, molte cose non le comprerei mai, con altre mi sono trovata benissimo.
      Io trovo clamoroso il fatto che spesso ci siano collezioni con pezzi favolosi e nelle stesse cose che non funzionano, ad esempio le palette della Lavish, due sono stupende, la 01 e la 02, le altre quattro sono terribili e per il prezzo che hanno non dovrebbe essere così.
      Per quanto riguarda questo acquisto, non possedevo questi due colori e mi piacevano abbastanza da farmi chiudere un occhio imponendomi però di rimanere con i piedi per terra e non esagerare con la spesa, due ombretti si, di più proprio no, se ne devo comprare una decina, tanto vale evitare e comprare una super palette UD o simile, almeno la spesa folle è ripagata dalla qualità altissima.
      Gli smalti Kiko non li compro più da tempo ormai, non mi sono piaciuti proprio gli ultimi proposti, non ci sono colori introvabili e nulla di così desiderabile in generale mi trovo meglio con altri marchi.

      Elimina
  8. il 213 è un teal interessantissimo, anche se temo di avere qualcosa di simile XD
    io non li ho ancora swatchati per bene, sono usciti con la Lavish Oriental ma quel giorno ho dedicato la mia attenzione alla limited per fare gli swatches per l'overview, li ho rivisti a fine mese ma non avevo la macchina fotografica... poi basta.

    Al volo ho notato qualche dupe dai pigmenti e da colori già proposti, per me il primo problema di Kiko è che si ripete una cifra... guardi i toni rapita, poi scopri che la volta prima l'avevano già proposto in una forma leggermente diversa o che c'è in permanente (il viola melanzana che ho visto su mille blog è la versione water eyeshadow del pigmento viola scuro, per esempio...)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il problema dei colori che si ripetono l'avevo notato anche io, ci sono dei colori che si ritrovano in continuazione e dopo un po' di collezioni limitati e di lanci ci si fa l'occhio, ad esempio Kiko adora un certo tipo di blush corallo riproposto fino alla nausea, matite verdi e viola, alcuni blu rispuntano come funghi. Ad esempio tra questi ombretti c'è un blu, uno che vira al violetto, che sono certa sia identico all'unico pigmento che ho preso da Kiko a suo tempo; nella LE ho notato che i blush un po' mi ricordano quelli della Blooming Origami, stavo per comprare un rosa quando mi è sorto il dubbio che fosse simile al Pink flamingo che avevo acquistato e l'ho lasciato lì. Insomma, a Kiko piace ripetersi, o più facilmente punta sempre sugli stessi colori che sanno essere di sicuro interesse ( e forse punta anche sul fatto che molto spesso compriamo qualcosa senza accorgerci dei dupe che abbiamo a casa).
      Il 213 è stupendo, ultimamente quando compro qualcosa cerco sempre dei colori che so di non possedere, spesso lanciandomi in tonalità che di solito non mi attraggono.

      Elimina
  9. Che spettacolo *_______* Io non li ho ancora visti dal vivo, devo smuovermi,prima che li ficchino in un angoletto irraggiungibile >_<

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si vale la pena darci un'occhiata, ci sono alcuni colori sorprendenti^^ Io sono molto felice delle mie scelte.

      Elimina
  10. bellissimi *_* io ho il 225 ed è stupendo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quel blu è bellissimo ma io ce l'ho sotto forma di pigmento così ho puntato su altro ;)

      Elimina
  11. Bellissimo il 213! Ma sono d'accordissimo con l'esagerato aumento di prezzi (e con la ripetitività dei colori, tant'è che li ho swatchati tutti e non mi sono innamorata di nulla), inoltre preferisco sempre investire in palette che in mono, tutti quelli che ho sia water es che no sono stai comprati nessuno escluso ai saldi e in offerta... questi, a 8.90, credo non mi avranno mai ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si il 213 è meraviglioso^^
      Anche io prediligo le palette o le polveri minerali, di mono kiko ne ho pochissimi e spesso e volentieri non ne compro, nemmeno a saldo, non mi piace la qualità degli ombretti della linea permanente.
      Il prezzo troppo alto, come ho scritto, mi ha fatto storcere il naso, ho voluto due colori che mi sono piaciuti particolarmente e che non possedevo, non ne prenderò altri e mi ritengo soddisfatta della mia scelta.

      Elimina
    2. Infatti hai fatto benissimo, forse avrei ceduto anch'io se avessi trovato un colore particolare o che non possiedo...

      Elimina
    3. Hai fatto bene a rinunciare se non c'era nulla che giá non possedevi, ioultimamente cerco di non cadere sempre negli stessi colori, sarei capace di conprare tutti i grigi che vedo o i viola o ancora i marroni XD

      Elimina
  12. Colorano tantissimo e che riflessi! Mi piacciono le tonalità che hai scelto. Sono stata rapita dai tester ma, per "fortuna", sono al verde! :-P

    Anch'io trovo il prezzo un po' eccessivo: non tanto per la quantità più ridotta (onestamente: quante finiscono un ombretto?) ma proprio in sé. Saranno dei buoni prodotti, ma Kiko è appunto un marchio low-cost e questi ombretti costano quanto marche medio-basse da profumeria; non nego che questa "elevazione" di target mi preoccupi. Senza contare che i prodotti delle edizioni limitate vengono messi in saldo dopo pochi mesi e, a parte qualche eccezione, sbrigandosi un poco non si fa fatica a trovare quello che si vuole.

    Spero di poterli trovare a 6 euro con le offerte periodiche.

    RispondiElimina
  13. Anche i miei fondi sono a terra, ma meglio, sfrutto la cosa per finire quel che ho e per selezionare meglio.
    Spero anche io che prima o poi li mettano in saldo, sarebbe una bella cosa e di sicuro ne prenderei almeno un altro.

    RispondiElimina
  14. Io li avevo presi in prima ondata, ma sotto sconto. Prodotti ottimi, niente da dire..ed anche la mia giustificazione del prezzo era andata al packaging così dettagliato. E visto che i primi tre che avevo preso mi avevano lasciato un'ottima impressione sono andata a curiosare in negozio i nuovi permanenti. Sono riuscita a restarne indenne...per quanto ci siano dei colori che mi piacciono, la diminuzione di quantità e tutto il resto non sono riusciti a giustificare il prezzo rimasto uguale. Questa volta la mia forza di volontà batte l'impulso 1-0.

    RispondiElimina
  15. il 213 è stupendo...mannaggia, ero riuscita a passare per ben 5 volte da kiko senza prendere nulla... mi sa che questo potrebbe essere mio... però caspita, che prezzo! magari aspetterò qualche promozione!

    RispondiElimina