Past week in 5 random things n°23:

By A.G. - Whatsinmybag - 17.9.12

Posso dichiarare che è  ufficialmente ricominciato il tran tran quotidiano, più rocambolesco che mai devo dire, particolarmente ricco di cose da fare e di novità. Dato che sono ripartire alla grande le attività, ho deciso di far ripartire anche i post "Past week..." ecco a voi 5 cose a caso della mia settimana passata:

  1. Shake your bootie: Quest'anno l'imperativo categorico è muoversi, shakerare il sederino e buttare giù quel peso che so che se ne deve andare al più presto. Così è iniziata la cosa, inneggiando al posteriore di marmo; mi sono trovata una socia motivata come me e mi sono iscritta ad un corso di Aquagym, il corso perfetto per chi vuole muoversi e modellarsi, se lo si pratica seriamente si riescono davvero ad ottenere dei buoni risultati ed in più l'acqua ha un potere massaggiante e modellante che poche altre cose hanno. In pratica in 40 minuti di sudore riesci anche ad infilarci un massaggio da SPA di prima categoria che ti aiuta se hai le gambotte come le mie e un sederino importante. Il secondo step è mettersi a dieta, urge rispolverare gli appunti della dietologa quindi, quest'anno le cose devono cambiare e spero di riuscire nel mio intento.
  2. Un regalo, la commessa, la simpatia: Cercare un regalo per il proprio Fidanzato è sempre un'impresa, specie se lui è una personcina dai gusti difficili. Ok, il mio lui non ha i gusti difficili ma ha le sue esigenze e quando cerco un regalo per lui cerco sempre di andargli incontro come posso, nella speranza di "quagliare" qualcosa di giusto nella scelta. In queste mie operazioni di ricerca di solito l'anima pia che mi presta attenzione è la commessa di turno, in questo caso una simpatica ragazza con cui devo dire mi sono fatta una bella chiacchierata durante la scelta. Sono stata una di quelle clienti esigenti, non proprio rompiballe, però le ho fatto tirare fuori diverse cose prima di decidermi e lei è sempre stata con il sorriso sulle labbra. Dei due capi che avevo acquistato, sfortunatamente con uno non ci ho azzeccato con la taglia, così sono tornata indietro e lei sempre sorridente mi è stata vicina aiutandomi nella successiva scelta. Grazie amica commessa, paziente donna che hai assistito al mio sconforto, al mio entusiasmo e alle mie difficoltà, vorrei che da te imparassero molte delle commesse che circondano la mia esistenza di acquirente, perché la simpatia e la cordialità sono doti d'oro. Grazie dunque, tornerò da te a natale eventualmente, so che troverò conforto e assistenza, hai una fedelissima cliente ormai.
  3. Desideri autunno/inverno 2012: L'inizio delle stagioni mi creano mille problemi, principalmente perché vengo assalita da mille desideri diversi, voglie di acquistare questo e quello e anche quell'altro. Insomma sono succube e vittima delle campagne pubblicitarie, anche quelle meno efficaci, la moda mi attrae anche se il buon senso, per fortuna, mi frena. Ho limitato il mio problema a due semplici(???) cose, la ricerca di un paio di jeans e un paio di scarpe nuove per l'autunno. Scarpe: questa parola mi spaventa, io non trovo mai le scarpe adatte al primo colpo, specie quelle autunnali/invernali e la ricerca è quasi sempre estenuante. Aiutatemi voi se potete a barcamenarmi nel mondo delle scarpe chiuse, ci sono fin troppi modelli e il dramma è che non tutti mi stanno come vorrei. La scelta ovvia sarebbero un paio di versatili stivali, ma ancora va lo stile cavallerizza? con il jeans (skinny per l'amore del cielo) risucchiato nello stivale? Credo di si perché alcuni modelli li trovo ancora, affiancati da temibilissimi biker boots che a vederli mi attraggono come api sul miele a immaginarmeli indosso mi sento male, osservando le mie gambe un po' importanti con quegli stivaloni che improvisamente le mozzano visivamente senza pietà. Sì, meglio lo stivale alto, decisamente meglio. Ankle boots: li amo! Sono belli da vedere e comodi da indossare, se con il tacco giusto, e sono quasi versatili, però mi servono delle scarpe da tutti i giorni e per quanto io ami i tacchi, qualche volta ci vuole anche la comodità. Delle zeppe forse? Aaaah, troppa scelta e troppi parametri da considerare. Andrò in giro un babbucce se non risolvo la cosa... sigh.
  4. Dreaming about London: Londra, Londra, Londra, UK, Piccadilly Circus, Oxford Street, Londra Londra, viaggio, weekend, Londra... il sogno... Ecco il mio cervello quando va in pausa entra in questo letale loop, voglio tornare a Londra, lo voglio fortissimamente. Ci sono stata un paio di volte diversi anni fa e mi sono innamorata follemente, è stato il mio primo amore e il sogno di una vita per tanto tempo, finché gli equilibri della mia vita sono cambiati e tutto si è un po' rimescolato, positivamente. Però nel mio cuore ho sempre un posticino per Londra e forse sotto sotto il sogno non si è mai sopito, quest'anno più che mai sento l'irrefrenabile desiderio di andarci, di prendermi una piccola vacanza e tornare in quella città, che si ama o si odia, non c'è via di mezzo e spero presto di poter organizzare un weekend o qualche giorno di più per portarci anche Lui, che non c'è mai stato e che spero la ami quanto me.
  5. La malinconia della consapevolezza che l'estate se ne è quasi andata e che a breve sarà inverno: OVVERO: non so cosa c...avolo mettermi! ecco il problema fondamentale del passaggio delle stagioni, vestirsi! Io ormai vado in giro con mille strati, mi ostino a tentare i sandali quando sento che posso e mi porto sempre dietro un foulard para vento o para tutto a seconda dei casi. Per un weekend fuori casa mi sono portata mezzo armadio cercando di prevederle tutte. Voi come fate? come fuggite a tutto questo? come vi siete adattate alla mezza stagione senza essere troppo vestite o troppo svestite? E soprattutto, siete riuscite a scampare ai primi raffreddori? Io per adesso sì, ma non so come ho fatto.

E questo è tutto, e voi? come è stata la vostra settimana passata?

un bacio



  • Share:

You Might Also Like

5 commenti

  1. Londra <3
    Mio padre è inglese e io devo andarci almeno un paio di volte anno, la amo troppo.
    Anche io quest'anno vorrei iscrivermi a qualche corso!
    Io sono felice che sia finita l'estate, per un motivo o per un altro non me la godo mai davvero...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh che fortuna che hai, almeno due volte l'anno a Londra <3
      Io mi sono imposta di muovermi un po', ne ho proprio bisogno, sia per sfogarmi, sia per il mio corpo che ha bisogno di una sistematina, devo proprio perdere un po' di peso, per me, per stare meglio^^

      Elimina
  2. Acquagym per rimodellare è favoloso... guardavo l'altro giorno alcune mie foto prima e dopo dieta/acquagym e la differenza in soli 3 mesi era incredibile! Se riesci non mollare mai il corso, io ci andavo 2 volte a settimana senza saltare una lezione, neanche col ciclo, neanche in pieno inverno quando l'acqua della piscina era freddissima ed ho visto grossi risultati.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io ci vado due volte a settimana, purtroppo so che con il ciclo non ce la farò ad andare ma proverò, tenterò anche in quei giorni. Mi ci sono messa d'impegno, voglio assolutamente riuscire nel mio intento!

      Elimina
  3. Carino questo post! Concordo con il discorso sulla gentilezza delle commesse che è una dote d'oro, ma soprattutto.. rara! Per le scarpe da ogni giorno ma che sfinino le gambe e siano al tempo stesso comode e belle, io voto per le zeppe, magari ankle boots!

    RispondiElimina