28

A close up on make up n°142: Kiko, Long Lasting Stick Eyeshadow n°28, 31, 32, 33 LE Colors of the worlds

By A.G. - Whatsinmybag - 22.3.13

Che i long lasting stick eyeshadow di Kiko siano forse uno dei prodotti più famosi e best sellers del brand, è cosa ben nota a tutti. Questi prodotti sono interessanti, versatili, fungono bene da base come da ombretto e in genere le colorazioni sono sempre molto carine.
Io stessa li apprezzo particolarmente, anche se non ne possiedo molti della linea permanente perché trovo che alcuni colori siano un po' del tipo "già visto" ed ho proprio quei due/tre colori base che uso molto spesso. 
Da tanto tempo aspettavo che li lanciassero in nuovi colori e questa primavera sono stata finalmente accontentata ritrovandomeli nella nuova collezione, i miei occhi si sono fatti subito a cuoricino e posso dire di aver fatto incetta.
Oggi vi parlo di loro, sono ben noti è vero ma cercherò di darvi qualche notizia in più, anche per chi non ha ancora ceduto al loro fascino e fosse curioso di sapere qualcosa a riguardo. Oggi vi parlo dei 4 Long lasting stick eyeshadow che ho preso della collezione Colors of the world. Buona lettura!


I LLSE della collezione primaverile si presentano vestiti di un packaging interessante, sono racchiusi in una deliziosa scatolina colorata piena di rilievi e di sfumature (ve la mostro in questo post), e loro sono vestiti a festa in un completino di plastica effetto specchio, con le "scarpette" del colore dello stick. Molto carini a vedersi, ma anche molto facili da sporcare in effetti e difficili da fotografare, ma quest'ultimo è un problema solo per una beauty blogger.
La quantità è pari a 1,64g, la PAO è di 24M.

Per chi non conoscesse questo prodotto, questi sono in pratica degli ombretti cremosi in stick, un ibrido tra una matita molto morbida e un ombretto in crema diciamo, e si possono utilizzare come base per altri ombretti o come ombretti solitari.
Di media questi prodotti sono di una buona qualità, waterproof e dalla buona durata per quanto, su certe palpebre (a me succede pur non avendo una palpebra oleosa) necessitino di un primer occhi che eviti di finire nella piega dell'occhio e di disfarsi in quel modo anti estetico che tutte noi temiamo come la peste. 
I colori della colors of the world di distinguono da quelli della linea permanente per i colori brillanti e primaverili di alcuni e per i finish di tutti, se quelli della linea base sono prevalentemente metallizzati, qui abbiamo un offerta di colori opachi e satinati, e qualcosa di quasi assimilabile ad un duo chrome.
I colori che ho preso io sono il 32, un verde acqua brillante con tanto azzurro dentro, finish perfettamente opaco e resa brillante e luminosa; il 31, il bellissimo pervinca che avete visto nel photopost di questa settimana, opaco anche lui ma dai bellissimi riflessi violetti che si accendono a seconda del modo in cui lo utilizzate, è lui il quasi duochrome di cui vi parlavo, perché la base pervinca si anima di riflessi alla luce virando appunto al viola; il 28 è il colore più neutro tra i disponibili, è un cipria beige, opaco ma con l'aggiunta di qualche brillantino dorato che si vede solo quando andate a sfumarlo; ed infine il 33, il grigio antracite scuro, che in foto purtroppo non è venuto alla perfezione come doveva, dal finish delicatamente satinato e dal colore intenso e con diverse punte di blu.


Rispetto ai colori che possiedo della linea permanente, la prima caratteristica che salta all'occhio è la vividezza dei colori, in linea con i trend della primavera in effetti, ottimi per mettere in risalto lo sguardo e per sbizzarrirsi con la fantasia e con gli abbinamenti. La seconda caratteristica interessante è la loro durata, direi che rispetto agli altri base, questi durano molto di più e la loro resistenza è nettamente superiore.
La terza è che come base per gli ombretti sono ottimi, se si hanno dei colori in polvere che necessitano di una base colorata per tirare fuori il massimo o se si vuole giocare un po' con i toni e fare un po' di layering, sono perfetti, ricordandosi però di applicare sulla palpebra i Long Lasting stick e poi sfumarli leggermente di modo che si uniformino.
Il difettuccio di finire nelle pieghe se li si usa senza base, purtroppo, non l'hanno perso e tristemente bisogna ammettere che senza primer questi LLSE non hanno la condotta che dovrebbero avere, dopo poco tempo, un'oretta almeno, li troverete nella piega e assisterete alla pessima visione di un ombretto alla deriva. Io ho usato due tipi di base occhi, la mia amata di Urban Decay e anche la base NYX (review in arrivo), con entrambi non ho avuto problemi e i Long lasting stick eyeshadow si sono comportati a meraviglia.
Un altro difetto che hanno secondo me è che si sfumano molto bene, ma non è così semplice ottenere un bel colore pieno, con il 28, il cipria, è più semplice, perché il colore chiaro rende meno evidente il problema, con il 33, il grigio scuro, il problema è relativo, poiché io l'ho preso pensando di utilizzarlo nella piega sfumato o comunque utilizzarlo solo come base. Il vero problema è con il 31 e il 32, i due colori brillanti che io avevo preso proprio per usarli nel pieno della loro forza.
Mi spiego meglio, quando stendi il prodotto sei necessariamente portata a sfumarlo un po' o il risultato finale sarà impreciso, facendolo il colore perde di intensità, sia che usiate un pennello sia che lo tamponiate con le dita, così dopo siete costrette a passare un altro strato di prodotto per cercare di intensificare stando attente però ad evitare la zona della piega dove l'eccesso porterà matematicamente al difetto descritto in precedenza.
Io ho imparato ad usarli sulla palpebra sfumandoli leggermente solo nella piega, ho provato ad usarli da soli e combinati insieme, il risultato visivo era stupendo, i due colori si abbinano alla perfezione ma purtroppo guardando con più attenzione la palpebra, si nota che la superficie dell'ombretto non è precisa e che ci sono dei piccoli buchi di colore. Difatti l'ultimo problema grande di questo prodotto è che stendendolo a più strati, il secondo passaggio porta via il colore del passaggio precedente.
Tamponare con il dito, ve lo assicuro, è l'unico modo per correggere questi piccoli errori ed ottenere il colore che desiderate.


Per il resto sono cremosi, confortevoli, hanno dei colori bellissimi e alla fin fine sono versatili, eppure mi aspettavo qualcosina di più da loro, specie dal n°31 e dal 32, colori talmente belli che speravo mi dessero meno da penare.
Il 28 resta il colore che più mi ha soddisfatto, nel suo essere un classico neutro è perfetto per quando si è di fretta e di furia e si hanno pochi secondi per rendersi presentabili, lo si mette sulla palpebra, si tampona un po', una matita colorata come eyeliner e via che si va. Anche il 33 alla fine è stato un buon acquisto, trovo sia una ottima base per smokey eyes sui toni del grigio e per trucchi un po' d'atmosfera.
Il prezzo di questi Long Lasting stick eyeshadow è di 7,90€ se non sbaglio, io li presi con lo scontone Kiko del 20% e diciamo che ne piango un po' meno la spesa, avendo risparmiato il sovrapprezzo da Limited edition.
Il mio disappunto deriva principalmente dal fatto che si poteva fare di più, questo prodotto poteva essere  perfetto ed invece bisogna combatterci un po' per utilizzarlo al meglio, lascia sì delle soddisfazioni in termini di durata, confortevolezza e colore, ma ci vuole un po' per capire bene come usarli senza incappare nei problemi e questo si poteva evitare.
Li consiglio? mmh, è una bella domanda, diciamo che vi dico quali sono i problemi con loro, se li conoscete, di sicuro sapete già come gestirli e allora se c'è un colore che vi piace, approfittatene (oppure aspettate i saldi estivi), se siete alle prime armi con loro, tenete conto delle caratteristiche che ho elencato e dei piccoli consigli, vi risolverete un po' di problemi e userete questo prodotto con soddisfazione.

E voi? Voi avete mai provato questo prodotto?

un bacio

  • Share:

You Might Also Like

20 commenti

  1. Tutti bellissimi ma quello nude mi ispira davvero tanto!
    Ilmio blog ha cambiato nome, passa da me!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il nude è tanto carino è vero :-)

      Elimina
  2. pensa che non ne ho ancora provato nemmeno uno! Sono sempre li li per farlo ma poi penso he ho i paint pot di mac che fanno un ottimo lavoro e lascio perdere heheh
    <3 mwah! :-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ari, in verità ti dico che presto o tardi manderò in pensione i LLSE e passerò ai paint pot, ho già la lista! :D

      Elimina
  3. Ho il 28 e purtroppo mi ci trovo malissimo, non mi dura niente e anche con la base va nelle pieghette T.T Lo riesco ad utilizzare solo come base per ombretti di colori simili!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per evitare che si accumuli nella piega, prova a sfumarlo bene in quella zona e assicurati che sia ben asciutto, forse la situazione migliora un po'.

      Elimina
  4. mi stai facendo venire voglia di comprarne un altro X) anche perchè il 28 mi dura più del primer potion !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come base ombretto sono molto resistenti è vero, prova con il 33 :-)

      Elimina
  5. Ne ho presi due, quelli che preferivo per colore.
    Che dire. I colori continuano a piacermi ma il prodotto in sé non raggiunge la quasi perfezione di quelli della linea permanente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi trovi d'accordo, purtroppo hanno diverse pecche, non sono affidabilissimi.

      Elimina
  6. Come mi piacciono questi stick!! Ne ho solo 2: un antracite della linea permanente e un tortora chiaro di una LE. Mi piacciono molto e la tua recensione è estremamente dettagliata. Tra questi che ci hai mostrato i miei preferiti sono il verde meraviglioso e il nude..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il tortora di cui parli ce l'ho, lo adoro^^
      Il nude te lo consiglio, è carino e molto luminoso, il verde valuta, il colore è stupendo, la resa un po' meno...

      Elimina
  7. Non sono soddisfatta, mi vanno nelle pieghe!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Succede anche a me, con il primer potion no invece

      Elimina
  8. Ciao cara!io adoro qst LL ne ho parecchi anche della collezione permanentenprediligo i colori vivaci e stavolta m sn accaparraTa il verde bellissimo il corallo che x ora ho usato1 sola volta ed il cipria che fra i 3 e' il mio preferito!ha un colore cosi' neutro e allo stesso tempo luminoso grz ai microglitterini ke nn si puo' nn averenlo sto usanDo praticamente ogni giorno :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si il cipria è tanto carino, l'ho usato giusto ieri, si comporta bene, ma bisogna stare un po' attenti alla piega.

      Elimina
  9. il 33 ha dei bellissimi riflessi *_* io non riesco ad usarli da soli,come tutti i cremosi anche questi LLSE mi finiscono nelle pieghe,ma come base per ombretti in polvere li trovo fantastici,e sono ben soddisfatta del mio n.31 ;)

    RispondiElimina
  10. Mai provati. Ricordo di averli swatchati ma mi sembravano davvero troppo cremosi per i miei gusti. Preferisco creme più secche come i Paint pot o il color tattoo e gli aqua cream di MUFE a questi prodotti così cremosi. Però il nude è davvero carino. Se ci fosse anche un bronzo-ottone sarei ancora più tentata :)

    RispondiElimina
  11. Io ne ho 5 o 6 di quelli della linea base e mi ci trovo veramente bene, anche se sotto applico sempre un primer perchè altrimenti il prodotto mi va nelle pieghette. Bellissime le colorazioni, specie l'azzurro-lavanda

    RispondiElimina