a close up on make up applicazione consiglio corallo Cremesheen Crosswires lipstick MAC opinione review rossetto rossetto cremoso

A close up on make up n°186: Mac, Cremesheen lipstick in Crosswires

Io non ho Mac nelle vicinanze ma quando ci capito difficilmente esco a mani vuote, e questa estate, quando ci sono capitata, avevo in testa un obbiettivo primario: rossetti!
Da principio io volevo Chatterbox, mi ero fissata su quel rossetto da mesi e mesi, da quando lo avevo visto sul blog della cara Beatrice, e lo volevo fortissimamente. Come nelle migliori storie, è successo che una volta indossato Chatterbox perdesse un po’ del suo fascino tanto da lasciarmi smarrita e alla ricerca di un sostituto. Volevo qualcosa di diverso e provando e riprovando alla fine ho incontrato Crosswires, ed è stato boom boom nel cuore, bang bang nell’animo, cuori e stelline, un turbinio di emozioni conclusasi con una battuta di cassa e una strisciata del bancomat ed io e questo rossetto, assieme ad altre cosette, ce ne siamo andati a casa felici e contenti.
Solo dopo un mesetto buono di utilizzo posso dire che l’amore scoppiato non è stato solo un semplice colpo di fulmine, bensì l’inizio di un connubio, di un’accoppiata vincente, io lui e qualsivoglia trucco.
Questa è la review di Crosswires, buona lettura.

Packaging e dettagli…
Devo davvero descrivere il pack di questo prodotto? Saltiamo a piè pari questo passaggio, che ne dite?

Descrizione e colore…
Crosswires è un rossetto appartenente alla linea Cremesheen di MAC, rossetti cremosi dal finish semilucido, estremamente idratanti e confortevoli. Non possiedo molti prodotti di questo marchio, o meglio non ne possedevo così tanti e non avevo ancora provato nessun rossetto di questa categoria anche se avevo qualche idea di cosa aspettarmi.
Crosswires è un colore abbastanza particolare da descrivere per me, non è rosso, non è rosa e non riesco a inquadrarlo nei coralli, anche se ha un po’ di tutte queste cose dentro di se. Per me è quel tipo di colore che io descrivo come “legno di rosa”, un rosa naturale che tende al rossiccio, dal sottotono caldo e dal riflesso corallino, non troppo brillante sullo stick ma molto vivo sulle labbra, molto vicino per tipologia a Sillage di Dior, solo più rosa rispetto a lui e più brillante.
Crosswires mi ha colpito subito per il colore e per l’effetto sulle mie labbra, le illumina e le colora e il rosa della mia pelle si abbina ai pigmenti di questo rossetto creando un mix corallino vivace e fresco che si abbina veramente bene a qualunque tipo di trucco (io l’ho usato qui e qui). Per me questo è il rossetto scappatoia, cioè quel colore che abbino velocemente e che mi garantisce sempre un bell’effetto, è quel tipo di rossetto con cui mi piace sorridere e che metterei in continuazione, la giusta via di mezzo tra colore e facilità d’uso, il rossetto che tutte le donne potrebbero indossare, tanto è versatile e adattabile.

Formulazione e varie…
La formula dei Cremesheen è diversa rispetto a quella degli amplified e dei satin che già avevo provato, e prima di provarne uno di persona, non avevo ben chiare le idee su di loro.
La prima cosa che sapevo, era che questi sono prodotti molto cremosi e posso confermare, questo rossetto ha una vestibilità perfetta, scorre sulle labbra facilmente, e si ferma nei punti giusti senza sbavare troppo, è morbido e idratante ed ovviamente, in conseguenza della sua morbidezza, è confortevole come un vestito su misura in morbido tessuto.
La seconda informazione che avevo estrapolato sentendo parlare di lui sul web era riguardo alla durata di questi rossetti, non troppo eccellente. Qui devo dire che Crosswires ha un po’ smentito questa opinione generale, confermo che non ha l’attaccamento alle labbra che possono avere rossetti Satin o Amplified, però su di me dura diverse ore senza sbiadire, 5 o 6 tutte, tranne quando incappo in pasti o spuntini, dove a seconda di ciò che mangio richiede ritocchi più o meno consistenti.
Non ho molto altro da segnalare riguardo a questo rossetto, ha una pigmentazione eccellente, coprente fin dalla prima passata, non è un rossetto modulabile e non ha bisogno di essere costruito, su di me e sulle mie labbra è ben fermo e non sbava ne si infila nelle pieghe.

Conclusione… 
C’è poco altro da aggiungere quando si parla di un rossetto Mac, di norma la fama che li precede è attendibilissima, anche se non è la regola ovviamente ed ogni finish, colore e tipologia ha i suoi pro e contro.
Se avevate sentito parlare bene di Crosswires, non posso che confermare questa opinione, è un prodotto ottimo e tra me e lui è sbocciato l’amore, quello vero, non viaggio mai senza di lui in borsa e in un mese e più di utilizzo mi rendo conto di essere ricorsa a lui l’80% delle volte in cui avevo bisogno di un rossetto. Il prezzo si sa è di 18€ circa, più che meritati per me poiché a quella cifra ho avuto uno splendido colore, qualità, performance e tanto affetto ricambiato.
Lo consiglio? si, se stavate pensando a lui come prossimo acquisto, lanciatevi, lo amerete. Aggiungo una postilla: provate i rossetti prima di comprarli, a meno che non siate assolutamente certe che quel colore sia perfetto per voi, molto spesso ci innamoriamo dei colori e compriamo a scatola chiusa, quando invece una prova rapida può essere rivelatrice, può confermare la vostra idea iniziale o portarvi a provare cose nuove e fare interessanti scoperte.
E voi? voi avete mai provato questo prodotto?

un bacio

52 Comments

Leave a Reply