A close up on make up n°231: Orly, Bonder Rubberized Basecoat

By A.G. - Whatsinmybag - 12.5.14

Una buona base è un alleato insostituibile per chi ama le unghie smaltate di tutto punto, è l'arma segreta che aiuta non solo a stendere meglio lo smalto, ma anche a proteggere le unghie e a seconda del tipo di base che si sceglie, a farlo durare di più.
Orly Bonder Rubberized Basecoat è stato un acquisto cosmoproffiano, ho riposto in lui tutte le mie speranze visto che la mia base preferita di tutti i tempi, CND Stickey, è stata rimossa dal mercato e non tornerà più più. Bonder è stato acquistato in sua vece, con l'idea di fare una prova, spinta anche dalle buone recensioni lette in giro e da una fiducia ormai salda e inattaccabile per i prodotti Orly.
Dopo un mese di utilizzo, di smalti di tutti i colori, prezzi e forma, sono pronta per parlarvene e dirvi come è andata e come sta andando tutt'ora, se siete curiose di saperne di più non posso che invitarvi ad accomodarvi e augurarvi buona lettura.


Packaging e dettagli…
I prodotti di Nailcare di Orly sono quasi sempre caratterizzati dallo stesso aspetto, boccetta in vetro trasparente satinato, tappo e dettagli viola elettrico e ben pochi fronzoli. 
La quantità è pari a 18ml.

Descrizione, formulazione e varie…
Bonder è una base smalto ad effetto grip, ovvero acchiappante, aggrappante, trattenente, abbarbicante, questo prodotto fa da "colla" per lo smalto in pratica e aiuta a far sì che resti al suo posto più a lungo.
Steso sull'unghia forma uno strato sottile e leggermente opaco, se si passa il dito sopra la superficie si ha la sensazione che questa non sia esattamente liscia e che sia invece un pochino "gommosa", fatto che spiega la parola Rubberized nel nome. Gli smalti che garantiscono questo tipo di effetto sono quelli che preferisco, garantiscono un'aderenza perfetta dello smalto, preparano la superficie dell'unghia per bene, rendendola il posto perfetto dove far adagiare il nostro colore preferito ed avere la manicure che sogniamo.
Ha una consistenza davvero liquida e fluida, l'applicatore è simile a quello degli smalti Orly, un pennellino lungo e sottile, solo che questo è un pochino meno folto e leggermente flessibile. La stesura è ottimale, non ci sono problemi in questo senso, si distribuisce a dovere su tutta la superficie e lo fa in modo uniforme, lo strato sottile che applico ogni volta si adagia al suo posto senza nemmeno bisogno di troppi sforzi e in pochi secondi è perfettamente asciutto.
La stesura dello smalto sopra questo basecoat è piuttosto buona, non si notano difetti di sorta ne si nota altro in effetti, tutto fila liscio come l'olio, gli effetti della sua forza ed efficienza si notano su strada, con il passare dei giorni e degli smalti, quando ci si accorge che quello smalto che in due giorni di sbeccava, adesso arriva a quattro, quando lo smalto che saltava via adesso resta bello aggrappato al suo posto.
Niente più smalti sbeccati, niente sfaldamenti o sollevamenti accidentali, bonder in questo senso mi ha proprio stupita, la sua efficienza è impeccabile, smalti che di norma in due giorni si sbeccano con lui reggono il doppio dei giorni, se non di più, senza sbeccarsi, giusto consumandosi un po' sulle punte verso gli ultimi giorni, ma sempre mantenendo salda la loro posizione. La sua capacità di trattenere il colore la si nota anche quando si rimuove lo smalto, non si fa più fatica, sia chiaro, ma quando lo togliamo visivamente si vede come il colore sia ben poggiato sull'unghia.
Per quanto riguarda la questione della protezione delle unghie dai pigmenti, devo dire che non ho davvero avuto alcun problema, con nessuno smalto mi sono trovata ad affrontare unghie macchiate, e penso che Bonder anche in questo caso faccia il suo lavoro egregiamente.

Conclusione…
Con Bonder ho trovato il mio nuovo basecoat di fiducia, al momento di meglio non ho provato e dubito fortemente di trovare qualcosa che possa superarlo e soddisfare le mie esigenze in questo modo così inappuntabile (anche se non si sa mai, son sempre pronta per le sfide).
Il vero problema è un po' la reperibilità, Orly come ormai sappiamo è un marchio che si vende sul nostro territorio solo in centri estetici autorizzati e nei vari Orly vip center. (vi lascio qui il link dello store locator:http://www.smaltiorly.it/Orly/ladybirdstore.asp?idmenu=29)
Il prezzo non lo conosco, al Cosmoprof, se non ricordo male, penso di averlo pagato sulle 11€, non so bene che tipo di sconto fiera vi fosse applicato quindi in caso abbiate notizie in merito fatemi sapere.
Lo consiglio? assolutamente sì, è un'ottima base smalto, protegge l'unghia e aiuta lo smalto a durare di più, è una base che consiglio in particolar modo a chi ha difficoltà a farsi durare lo smalto più di un paio di giorni, i miglioramenti li vedrete sin da subito.

E voi? voi avete mai provato questo prodotto?

un bacio

  • Share:

You Might Also Like

4 commenti

  1. considerando che gli smalti odiano le mie unghie, questo James Bonder (uauhauauha mi piace troppo XD) fa decisamente al caso mio *-* hihih
    baciii

    RispondiElimina
  2. Sembra una base meravigliosa!!

    RispondiElimina
  3. Sto usando la base rinforzante bottega verde da secoli, è senza infamia e senza lode, non credo che aiuti lo smalto a durare di più ma se non altro non crea molto spessore e si asciuga in fretta. Dovrei provare qualcosa di meglio, questo potrebbe essere un'idea!!

    RispondiElimina
  4. Il Bonder mi manca, mi sono arroccata sul Nailtrition come curativo e, dopo l'esperimento base-purpose andato bene, sono rimasta lì, anche se non nasce come base.
    Ne ho sentito parlar bene, ad ogni modo, e mi incuriosisce molto. Temevo che, data la consistenza, avrebbe rubato luminosità agli smalti...ma mi sembra di capire che così non è, per cui lo metto in lista!

    RispondiElimina