Beauty notes chiacchiere Comfort zone Daniel Sandler Pupa milano Revlon Shiseido

Beauty notes: Run baby run!

Il mio rientro a lavoro è stato immediato, veloce e avviluppante, da quando ho rimesso piede in ufficio il 25 Agosto, penso di non aver avuto un solo singolo momento di stop.
In moltissime penso potranno capirmi, Settembre è un mese dove tutto riparte a spron battuto, difficile stare al passo se non si corre tanto quanto il resto del mondo, ma tutto ciò ha anche un certo che di eccitante e di coinvolgente. 
Trovare il tempo di darsi una sistemata, soprattutto per non varcare la soglia dell’ufficio con una cera degna di uno zombie anziano, è vitale. E vitale è trovare quei pochi gesti o prodotti che in qualche modo ci semplificano la vita.
Nelle ultime due settimane i miei jolly sono state le categorie rappresentate dai protagonisti della foto, i salva vita in caso di fretta, e tra i molti provati ho selezionato vecchi e nuovi amici che ben si predispongono a fare da alleato nella fretta, scegliendo tra quello che c’è di nuovo nella mia make up bag, di già noto e affidabile, aggiungendo qualcosa di curioso, e anche qualcosa che proprio il massimo non è.
Vediamo di cosa si tratta:

Fondotinta: Sono tornata dalle vacanze un po’ abbronzata, nei primi tempi ho utilizzato un fondo un po’ più scuretto, ma da una settimana buona, colpa anche dello sbiadirsi della dell’abbronzatura, ho ricominciato ad utilizzare l’amato Sheer and Perfect di Shiseido* nel colore I20. Non è un mistero che io ami molto questo prodotto, ogni volta che ne parlo riconfermo tutto il mio amore per lui, ed è uno dei fondi più affidabili che io possieda. Se si ha fretta è favoloso, si stende davvero in pochi gesti, con le mani o con un pennello come l’Expert Face Brush di Real Techniques ad esempio, oppure lo stupendo Mineral Powder brush di Sephora (in foto), il n°45, che prende poco prodotto e lo sfuma bene in ogni angolo del viso. Il risultato è una pelle luminosa, discromie corrette e una durata long lasting.

Blush: Immancabile il blush, se si ha il viso spento e stanco, un tocco strategico di colore è in grado di risollevare le sorti di qualunque incarnato. La mia scoperta del momento è questo favoloso Watercolour Fluid Blusher di Daniel Sandler, sul quale ho fatto sogni e desideri da almeno un paio d’anni, sin dalla prima volta che ne ho letto sul blog di Manuki. Si tratta di un blush liquido, un acquerello vero e proprio, che ha una straordinaria pigmentazione e un’ottima durata. Il mio colore è Cherub, un rosa naturale e fresco e adatto ad ogni occasione o trucco. Come si usa: si agita ben bene, se ne prende una goccia e si picchietta sulle guance. Siate parche nell’utilizzo, con questo prodotto il poco è già molto.

Occhi: Non posso truccare il viso e ignorare gli occhi, piuttosto rinuncio al rossetto, ma ad un trucco occhi no. Se ho fretta, ma veramente fretta e furia, non ho dubbi su come devo comportarmi: ombretto nude opaco su tutta la palpebra, qualcosa nella piega e via di eyeliner colorato. Il mio Eyeliner preferito del momento è la matita occhi Multiplay n°65 della collezione Paris Experience di Pupa Milano*, di cui ho parlato nel post precedente e descritta ampiamente. Una volta fatta la punta riesco a tracciare una bella linea netta sulla palpebra superiore, faccio una mini mini codina all’insù e poi stop, dimentico di averla, poiché resiste tutto il giorno non ha alcun bisogno di ritocchi e il colore rende particolare un trucco piuttosto semplice e banale.
Concludete con una bella dose di mascara, non rinunciate mai a lui mi raccomando, piuttosto niente di niente, ma non mettete l’ombretto senza mascara: lo so che c’è chi dice che sia sofisticato, lo so che Burberry lo applica sulle sue modelle, ma io resto dell’idea che un trucco occhi senza mascara sia come un opera d’arte con uno strappo nel mezzo, un disastro insomma.
Finito il mio Le Volume di Chanel ho frugato tra i mascara non aperti per vedere se c’era qualcosa di nuovo e ho aperto questo di [Comfort Zone], Eye Supreme Luxurious Black Mascara mi fu lasciato a mo’ di sample in un centro estetico e non vi nego che sul momento non gli avevo dato alcuna fiducia. E invece mi ha sorpresa, ha uno scovolino con i dentini in silicone, radi e corti corti, crea un bell’effetto piuma e lunghezza, separa alla perfezione le ciglia e incurva anche un po’, non è affatto male e devo rimangiarmi tutto il mio scetticismo perché nonostante non sia drammatico come piace a me (e no, non è come il Le Volume di Chanel che amo tanto), è proprio un mascara carino. Vedremo nel tempo come si comporterà e poi chissà, magari ne parlerò in una review ad hoc.

Labbra: Per le labbra quando ho fretta cerco di applicare qualcosa che sia facile da applicare e poco impegnativo nella gestione, una tinta di solito la reputo una buona scelta, serve per cambiare un po’ rispetto ai soliti rossetti, ha un effetto fresco, poco impegnativo e l’applicazione di solito è facile. In questi casi di solito Romy di L’Oreal è la mia prima scelta, non si batte per bellezza e praticità.
Nella mia continua ricerca di novità sono incappata in uno dei nuovi Revlon Colorstay Moisture Stain™, di cui si è sentito parlare in lungo ed in largo all’estero, ma che da noi in Italia non sono ancora arrivati. Io il mio acquisto l’ho fatto casualmente su Asos, non sapevo che Revlon fosse approdato sul sito e quando me li sono trovati davanti, armata di sconto del 20%, ne ho scelto uno, persino un po’ a caso, India Intrigue.
Anticipo subito che mi aspettavo di meglio dopo tutte le lodi sparse che ho letto e sentito, non è male, ma la durata è un po’ bassina rispetto a quanto mi aspettavo. Si tratta di una tinta labbra dal finish glossy, ha una coprenza media (si ottiene in due passate) e il colore è un bel fucsia.
Il prodotto è caruccio, ma non straordinario, si applica facilmente e questo è un punto a suo favore, tinge le labbra e questo è un altro plus, ma dura poco, un’orettina intatto, e poi pian piano il lucido si affievolisce, il colore resta ancora per un bel po’ ma occorre ritoccarlo.
Speravo fosse meglio, all’altezza dei Rouge Shine Caresse in effetti, e invece no.

E voi quando avete fretta a quali prodotti ricorrete? quali sono i vostri consigli e i vostri must have?

un bacio

N.b. i prodotti contrassegnati con * mi sono stati inviati a titolo gratuito dalle rispettive aziende a  a scopo valutativo, non sono stata pagata per parlarne, scriverne, mostrare immagini, ne sono collegata in qualche modo all’azienda, non sono stata soggetta a condizionamenti e quelle che esprimo sono le mie oneste, obiettive e personali opinioni.

No comments

Leave a Reply