A close up on make up n°321: Nabla Cosmetics, Artika Collection

By A.G. - Whatsinmybag - 15.12.15

Nabla Cosmetics l'ha fatto di nuovo, ci ha spiazzato tutte con la sua nuova collezione e in pochissimi giorni la Artika è diventata un successo. D'altronde è davvero una splendida collezione make up, l'ispirazione nasce dai colori dell'aurora boreale, dai blu intensi, le sfumature di violetto e di rosa, rosso e di nuovo turchese, racchiude tutta la magia di una notte piena di colori e scintilli. Sì, è magica per me, ed è stata una gran bella pensata.
Di questa bella collezione ne ho ricevuta una parte anche io, un paio di Crème shadow, due Diva crime e una palette Liberty Six con sei ombretti in formato Refill, ed ovviamente al suo arrivo mi sono lanciata in un utilizzo serrato di tutti i prodotti, trovando cose che mi piacciono moltissimo, cose che preferisco di meno, in generale splendidi prodotti, di buona qualità e con quella marcia in più con cui Nabla ci ha viziate un po' tutte da due anni a questa parte. Alcune cose possono piacere oppure no, qualche difetto si può riscontrare, ma a Nabla bisogna rendere merito della sua capacità di sperimentare, proporre cose semplici e innovative al tempo stesso, e di fare innamorare tutte noi molto facilmente.
Insomma, questa è la recensione della collezione Artika, se vi va di leggere cosa ne penso accomodatevi e buon post a tutti.



Descrizione, formulazione e varie...
Mi lancio subito nel vivo della review, preferisco dividerla come mio solito in vari paragrafi e vedere singolarmente ogni pezzo che ho ricevuto, dando a ciascuno lo spazio che merita.
Sul packaging e i dettagli sorvolo, non c'è nulla da evidenziare in particolare e direi che si può andare dritto al sodo.

Ombretti Refill e Liberty Six edizione speciale:
Gli ombretti in polvere della collezione Artika sono otto in tutto e io ne ho ricevuti sei, Water Dream, Circle, Frozen, Desire, Mellow e Farhaneit, sei colori che tutti insieme compongono una palette di tonalità molto morbide, soft e romantiche.
Water Dream è l'ombretto sul quale Nabla ha puntato molto, è davvero particolare ed è stato definito dall'azienda stessa un top coat ad effetto bagnato. La composizione è interessante, ha una base molto chiara color pesca tempestata di microglitter di forma irregolare, leggerissimi, fitti, impalpabili e microscopici, che creano un meraviglioso effetto bagnato sulla palpebra. Quando la palpebra si muove Water Dream rilascia una luce splendida che crea un effetto onda, un movimento di luci e iridescenze splendido.
Il problema di questo ombretto è che tende ad essere un po' volatile, un minimo di fall out si verifica e per usarlo al meglio penso che l'ideale sia usarne poco, usarlo picchiettando il prodotto con le dita, pressare bene.
Il momento di struccarsi è quello un po' più delicato, i glitter in effetti si spargono abbastanza ed è meglio evitare di strofinare troppo, la strategia migliore è premere bene il dischetto, lasciare che il trucco si sciolga e portare via tutto in pochi gesti.
Bello è bello, anzi direi che è unico, ma ci vuole un po' di attenzione nel manovrarlo.
Gli altri ombretti sono più classici rispetto a Water dream e sono di quella bella qualità alla quale Nabla ci ha abituato sin da subito. Circle è uno dei colori che prediligo, un delizioso color malva chiaro opaco, stupendo per sfumature e transizioni, l'altra tonalità opaca è Farhaneit, un bel rosso borgogna che sono certa abbia fatto felici moltissime amanti di queste sfumature; Frozen invece è un color argento, è puro metallo ed è luminoso e vivo, Mellow invece è un color peltro dorato, satinato e poco luminoso, una tonalità un po' insolita e discreta. Desire è l'ombretto che non mi piaceva all'inizio e sul quale ho cambiato idea quasi subito, mi sembrava banale a vederlo, ma poi utilizzandolo ci siamo capiti al volo, questo bellissimo rosa pesca metallizzato con i miei occhi sta divinamente.
Su questi ombretti in polvere ho poco da dire, la qualità è molto buona, tutti e cinque si sfumano molto bene, non danno problemi di fall out, sono ineccepibili durante l'utilizzo; gli ombretti metallizzati sono cremosi e pigmentatissimi, gli opachi sono pigmentati ma più secchi, danno sicuramente il loro meglio in azione piuttosto che al semplice tocco, l'unico satinato, Mellow, è forse quello che mi piace meno, un po' blando dal mio punto di vista, per quanto sia comunque pigmentato.

Quasi mi dimenticavo! Vogliamo parlare della meravigliosa palette Liberty six in edizione speciale? Credo sia rivestita di una specie di tessuto glitterato ed è stupenda, perfettamente in tema con notti stellate e cieli tinti di rosa.



Crème Shadow, Aurora e Husky:
Dopo aver provato i primi Crème Shadow sono rapidamente diventata una fan di questi ombretti in crema e sono stata felicissima che nella collezione Artika Nabla avesse inserito altre tre tonalità.
Io ho ricevuto due colori, Aurora e Husky, il primo è un verde acqua scuro, ha un finish satinato/metallizzato, interessante ma non entusiasmante, almeno per me, che ho avuto occhi sin dal primo swatch solo per il secondo, Husky.
Ecco Husky è il mio terzo prodotto preferito della Artika, mi aspettavo che fosse bello ma non pensavo che sarebbe stato così bello, è quell'ombretto che avrei comprato al volo, che volevo comprare se non l'avessi ricevuto, ed è quello che credo di aver consigliato a chiunque me lo abbia chiesto.
Il colore è magico, è un argento spento, è sporcato da una nota dorata/olivastra, ed è pieno, pieno di microglitter dorati e ramati, una cosa meravigliosa, sulla palpebra è guizzante e vivace e da solo crea immediatamente un trucco che non passa inosservato. Sì legge che mi piace eh? lo so, mi faccio trasportare dall'entusiasmo quando una cosa mi conquista.
Entrambi i Crème Shadow hanno una buona texture, si stendono bene, io continuo ad amare l'applicazione con il pennello piatto e a consigliarla, così riesco a dosarli bene a sfumarli senza perdere intensità. La durata è eccellente, su di me non fanno una piega e li utilizzo senza primer, so che alcune persone non hanno avuto la stessa esperienza positiva, io ho una palpebra praticamente asciutta e può darsi che palpebre più problematiche abbiano bisogno di un primer.
Mi è stato chiesto se Husky è a rischio fall out, io vi dico che il rischio c'è ma è minimo, davvero minimo. E io per questo lo perdono, lo amo troppo.



Diva Crime, Kernel e Cosmic Dancer:
I rossetti di Nabla sono amatissimi, io stessa ne ho un paio che amo follemente.
Kernel e Cosmic Dancer sono i colori che ho ricevuto e sono un sogno, con Kernel in particolare mi sono trovata subito in sintonia e su di lui ne ho sentite a bizzeffe, ha un colore davvero difficile da descrivere e posso capire la grande confusione sulla sua tonalità.
Farò del mio meglio per dare la mia versione, la mia personale descrizione di questo rossetto: Kernel non è marrone, non è rosso, ha una base calda ma ha anche del blu e del rosa al suo interno, forse può apparire un vinaccia ma sulle mie labbra appare anche del malva e del violetto, tutto dipende dalle labbra che lo indossano, il risultato è davvero poco prevedibile.
Cosmic Dancer è altrettanto bello come colore ma meno complesso, appartiene senza dubbio alla famiglia dei rossetti color bacca, vicino di sfumatura di Rebel o Fashion Revival, anche se rispetto a loro è ben più intenso e più violaceo. Su di me ad esempio è molto viola, mi succede con questo tipo di colori che la tonalità che emerge di più sia il violetto, mi capita con Rebel ad esempio, che su di me è scuro, e mi succede con Cosmic Dancer.
Entrambi i rossetti possono cambiare davvero molto a seconda della persona che li indossa e anche della luce ambiente che li colpisce, su di me prevalentemente tengono a "buttar fuori" di più la loro anima violetta, ma su qualcun altro potrebbero tranquillamente tirare più fuori il rosso. Questo essere così variabili penso sia il bello di questi due rossetti, di kernel in particolare che è il più camaleontico tra i due, è una caratteristica che li rende speciali.
La pigmentazione è davvero alta, basta guardare gli swatch per rendersene conto, sono davvero tra i rossetti più carichi e saturi di colore che esistono sul mercato e coprono alla prima passata. Il finish è cremoso, non sono opachi o matte e hanno una consistenza davvero burrosa e scivolosa, il fatto che siano così scorrevoli fa applicare il prodotto senza dover ripassare troppe volte, ma ti costringe alla massima attenzione quando sei sui bordi delle labbra e negli angoli.
La durata è buona, nella media dei rossetti Diva Crime già provati.



Conclusione…
La collezione Artika è un interessante insieme di tonalità e prodotti, piano piano Nabla si avventura sempre di più in tonalità più particolari, appaga il desiderio di colore e di finish insoliti, questa collezione di make up è davvero ben fatta e rinnovo il mio entusiasmo per i neo-arrivati Crème Shadow.
I miei pezzi preferiti di tutta la Artika sono il Diva Crime Kernel, l'ombretto Refill Desire e l'ombretto Circle, e il Crème Shadow Husky, questi per me sono davvero ineguagliabili e quelli che più mi sono entrati nel cuore. Water Dream anche è particolare, ma va manipolato con molta cura.
La collezione Artika di Nabla è già presente sul mercato, attualmente è in promozione sul sito, ma è possibile trovare questo marchio e questi prodotti anche in tanti altri negozi online sparsi per il web e molti negozi fisici del circuito delle bioprofumerie e negozi di nicchia. Anche da Eataly a Roma in verità e non vedo l'ora che arrivi anche nei vari Eataly sul territorio.
Li consiglio? La collezione mi è piaciuta e non ho alcuna remora su nessun prodotto, ciò che ho provato è di buona qualità, buone prestazioni, la scelta dei colori va tutta sul gusto personale. Il mio consiglio spassionato è di prendere sia Husky che Circle come ombretti, e di fare vostro anche il rossetto Kernel, non ve ne pentirete.

Voi avete già fatto razzia di questa collezione? quali sono i vostri prodotti preferiti? quali colori avreste aggiunto alla collezione o quali altri ombretti vi piacerebbe vedere in futuro?

un bacio

n.b. il prodotto mi è stato inviato in omaggio a scopo valutativo dall'azienda, non sono pagata per parlarne, mostrare immagini o altro, non sono collegata in alcun modo all'azienda e questa è solo la mia onesta e personale opinione basata sulla mia personale esperienza con questo prodotti.

  • Share:

You Might Also Like

4 commenti

  1. Io non vedo l'ora di andare nella bioprofumeria più vicina per comprare cosmic dancer e underground 😍.... La palette è bellissima.. Ottima recensione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille per i complimenti <3
      Io forse andrò a prendere Baltic e Chatter Mask, e forse anche Rock n nude ma devo sempre vedere ;)

      Elimina
  2. Io già ero interessata ad Husky, dopo le tue parole ne sono ipnotizzata @_@
    Comunque anche secondo me Wtaer Dream va applicato senza stratificarlo troppo, altrimenti la caduta libera di glitter è inevitabile XD

    RispondiElimina
  3. Sai che su di te sia Kernel che Cosmic Dancer sono diversi, più freddi che su di me? Che belli *_*
    :-*

    RispondiElimina