diy

Talking about: Ombretti DIY

By A.G. - Whatsinmybag - 18.4.16

Avete mai pensato a come si realizza un ombretto?  Queste piccole meraviglie colorate, con tutti i loro riflessi, iridescenze, sfumature, non sono altro che un sapiente mix di polveri minerali, pigmenti e metalli, una vera e propria piccola magia. 
L’ombretto è il prodotto più importante di un trucco occhi, tutto si gioca intorno al colore, la sfumatura perfetta può rendere i colori dei nostri occhi ancora più bella, quella più misteriosa può esaltare il loro fascino, il colore più soft può semplicemente renderli luminosi e dare a tutto il nostro viso un aspetto sofisticato ed elegante.
Quanta magia dietro ad un prodotto così piccino, quanto potere ha una semplice cialda di ombretto.

Pinterest (le immagini sono proprietà dei loro autori) 
Sembra una cosa complicata crearne uno ma in verità è più facile di ciò che si pensa, certo, la creazione di prodotti per il make-up non è certamente un gioco da ragazzi, spesso sono coinvolte reazioni chimiche e bisogna sempre conoscere profondamente gli ingredienti che utilizziamo, ma con i giusti ingredienti si può fare. Gli ombretti minerali ad esempio si possono realizzare anche a casa volendo, scegliendo le giuste materie prime però, studiando attentamente gli ingredienti, e liberando la nostra fantasia.

La prima cosa da fare è acquistare i pigmenti colorati, ovvero le polveri di origine minerale (ossidi di ferro, ultramarine, mica) che sono facilmente reperibili in commercio. Un’altra materia indispensabile è l’Ossido di Zinco (o il Biossido di Titanio) che aumenta la capacità coprente. Unendo l’ossido di zinco al pigmento desiderato basterà semplicemente mescolarli pressandoli insieme all’interno di un mortaio fino ad ottenere il colore che desiderate. Ovviamente il mio consiglio è quello di informarvi bene, scegliere i materiali con cura e di non prendere mai sottogamba nessun passaggio, state creando qualcosa che poi andrete a indossare sulla vostra pelle, è importante avere la massima attenzione. 

Kissandmakeup (le immagini sono proprietà dei loro autori)

Se avete delle conoscenze approfondite della chimica vi sarà utile sapere che nella creazione di ombretti viene solitamente utilizzato il Glicole Propilenico, per la cui misurazione dell’indice di rifrazione si usa il rifrattometro digitale, uno strumento di misura ottico. 
Una volta mescolate le polveri di origine minerale all’Ossido di Zinco e dopo aver ottenuto la tonalità desiderata, avrete il vostro ombretto minerale in polvere libera.

Scoperto il trucco non vi resta che provare, tutto quello che vi rimarrà da fare, sarà abbinare sapientemente i colori ottenuti con quello della vostra pelle e dei vostri occhi e, nel caso in cui il risultato non dovesse essere di vostro gradimento, vi basterà continuare a sperimentare per ottenere l’ombretto perfetto per risaltare lo sguardo. 




*Articolo realizzato in collaborazione con Emme3, leader nel settore delle apparecchiature scientifiche per la vendita e l’assistenza di strumentazione tecnologicamente avanzata.

  • Share:

You Might Also Like

1 commenti