Beauty notes: The lipstick's Dictionary

By A.G. - Whatsinmybag - 2.5.16

Di rossetti si parla in continuazione, io stessa ne parlo davvero spesso e con piacere, sul web se ne parla in ogni gruppo dedicato, sulle pagine, e ogni volta che mi capita di incrociare delle conversazioni sul tema mi rendo conto che spesso c'è una grandissima confusione sui termini, sull'aspetto di un rossetto e una perenne indecisione sui prodotti liquidi che non si sa mai se chiamare rossetti liquidi o tinte labbra.
A furia di vedere queste incertezze mi è venuta un po' l'idea di scrivere un post chiarificatore, un po' per dare a voi miei lettori una specie di glossario che può aiutarvi con le mie recensioni, e un po' perché ho pensato che un minimo di chiarezza era necessario farla per tutti, con un aperto invito a chi è più esperto a dare il proprio contributo in caso di mie imprecisioni.
Se a molte di voi sembrerò banale, abbiate pazienza, scrivo questo post per chi non ne sa molto e per chi vuole approfondire.
Ho scelto dunque un po' di rossetti tra i numerosi in mio possesso e li ho selezionati in base al loro aspetto, parleremo di finish e farò degli esempi, e tra poco spiegherò meglio di cosa si tratta, e parleremo di rossetti liquidi e tinte labbra, facendo le dovute distinzioni.


The Stick formula:
Il rossetto più comune è quello classico in stick, da un po' di tempo a questa parte ha preso molto piede anche la tipologia liquida ma il formato classico è quello che amiamo tutte e il primo al quale si pensa.
Quando si parla di rossetto si parla per prima cosa di finish, questa parola strana che è diventata di uso comune sul web ma che resta spesso un po' astrusa per chi non mastica il beautybloggerese o il cosmetichese. Per chiarezza dunque: Con la parola Finish si intende l'aspetto di un rossetto sulle labbra, che può essere di vario tipo, lucido e riflettente o opaco e vellutato ad esempio, e alla parola finish viene associata anche la parola texture, che ha più o meno lo stesso significato quando si parla di make-up mentre prende altre connotazioni quando si parla di prodotti per la cura della pelle.
Per finish dunque si intende l'aspetto del rossetto una volta indossato.

I finish dei rossetti possono essere diversi, vediamo bene quali sono:

Sheer o semitrasparente: si tratta di rossetti che hanno l'aspetto di una gelatina più o meno colorata, mi rendo conto che è una bizzarra associazione di idee ma se vi fermerete a pensarci vedrete subito che questa metafora rende bene l'immagine reale.
Un rossetto Sheer o semi-trasparente può avere diversi gradi di trasparenza, di solito è lucido e a me fa sempre pensare alla frutta, è un tipo di prodotto molto facile da usare e io ne sono una grande fan.
Un esempio? Miss Pupa 301 di Pupa Milano, il primo da sinistra nella foto sotto.

Cream o cremoso/lucido: è un rossetto classico, il più comune e quello più usato, copre completamente le labbra quando viene applicato ed ha un aspetto lucido, cremoso e avvolgente.
I rossetti cremosi sono quelli più utilizzati e si dice che siano i più idratanti, anche se a onor del vero un rossetto, a meno che non contenga degli ingredienti messi lì a posta, non è proprio idratante, più che altro è comodo, confortevole e non si aggrappa troppo alle labbra asciugandole.
L'esempio più lampante di un bel rossetto cremoso è il Pure Color Envy di Estée Lauder nel colore Tumultuos Pink, meraviglioso, il secondo da sinistra nella foto.

Da sx a dx: Miss Pupa n°301, Pure Color Envy "Tumultuos Pink", Lisurgence™ "Lively", Avon "Red Supreme", D&G "Shine on".

Satin o satinato: Man mano che ci lasciamo alle spalle i rossetti cremosi entriamo in contatto con i rossetti che non sono più lucidi e incontriamo i satin o satinati.
Il rossetto satinato è quel tipo di rossetto che non è più lucido, ma che non è neanche totalmente opaco, totalmente privo di riflessi o lucidità.
Cercare un satin che fosse ben visibile in foto è stata una vera impresa e penso di non esserci neanche ben riuscita, io ho selezionato il Lipsurgence™matte lip tint di Tarte nel colore Lively, che non è una tinta labbra nonostante il nome fuorviante, bensì un rossetto formato matitone. Tarte gli ha dato il nome Matte ma in realtà non lo è completamente, conserva una leggera lucidità e morbidezza e ha una venatura azzurrina che lo rendono più satinato che opaco.

Matte o opaco: Il vero opaco è quello che di lucidità non ne ha neanche un po', il colore è ricco e intenso e l'effetto sulle labbra è davvero particolare. Il colore è più pieno, le labbra sembrano disegnate, prendono ancora più forma, catturano immediatamente l'attenzione e si crea un contrasto strano e attraente tra questo finish, che in teoria dovrebbe risultare piatto ma che in realtà spicca e dona volume, e la naturalezza del viso. Io sono innamorata degli opachi per la magia che creano, nessun rossetto crea lo stesso effetto.
I rossetti matte hanno però il "problema" di avere una formula che per dare quel tipo di aspetto deve necessariamente asciugarsi e alcuni rossetti risultano per quello scomodi. Il rossetto infatti tende ad aggrapparsi molto alle labbra, ciò assicura una durata maggiore ma anche presa forte che può seccare e risultare scomoda.
Non tutti i rossetti opachi però sono scomodi, le formulazioni sono varie e ormai sono sempre di più i rossetti opachi quasi più comodi di quelli cremosi, un po' come il rossetto che ho preso ad esempio per la categoria, che è di Avon ed è il Perfectly Matte nel colore Red Supreme.

Frost o metallizzato: L'ultimo finish è quello che viene considerato un po' meno e che anche io non amo particolarmente, possiedo solo due rossetti che corrispondono a questo effetto e uno di loro è quello che vedete.
Il finish frost o metallizzato è quell'effetto che ricrea una sorta di iridescenza metallica sulle labbra che può essere più o meno accentuata. Sono rossetti che a me piacciono quando posso sovrapporli ad altri, non sono mai stata particolarmente fan di questo finish e quando mi sono ritrovata a sceglierlo ho sempre optato per rossetti metallici non troppo coprenti.
Il mio esempio per questa categoria è un pezzo da collezione, Dolce e Gabbana "Shine on" della collezione Estiva del 2015.

Da sx a dx: Sexy booster lip stain; YSL Vernis a Levres n°9, Retromatte liquid Lipstick "Feel so grand"

The Liquids:

Discorso un po' diverso per i rossetti liquidi e per le tinte labbra, l'altra tipologia di rossetto che da qualche anno a questa parte ha davvero spopolato.
Per prima cosa i finish disponibili sono prevalentemente opachi o lucidi, anzi io direi quasi glossy o effetto vinile, e la caratteristica principale è la durata molto elevata.
Il rossetto liquido ha una consistenza più corposa, cremosa per quanto riguarda i rossetti opachi e più simile ad un gel per i rossetti lucidi, e la coprenza generalmente è altissima. Un rossetto liquido poco coprente viene quasi subito declassato a gloss o lucidalabbra.
La tinta labbra è un mondo totalmente a parte, per prima cosa è molto più liquida generalmente e più che coprire le labbra le colora, le tinge proprio.
Le tinte più comuni sono quelle in formato "pennarello", che colorano le labbra e le tingono di tonalità più o meno accese, oppure la Benetint di Benefit, tinta guance e labbra.
La distinzione tra rossetto liquido e tinta labbra sostanzialmente è questa, tante aziende chiamano tinte i rossetti liquidi e ciò ha creato tanta confusione anche in tutte noi, alla fine poco conta il modo in cui le chiamiamo, l'importante è che sappiamo distinguere ciò che abbiamo tra le mani e ciò che vogliamo, per non comprare una cosa per un'altra.

Un rossetto liquido molto famoso e appartenente alla categoria lucida/glossy è il Vernis a Levres di Yves Saint Laurent, che io ho nel colore 14 e nel colore 9; un rossetto liquido opaco che più opaco non si può è il Retromatte Liquid Lipstick di Mac Cosmetics nel colore Feel so grand.
Come tinta invece vi faccio vedere Sexy Booster Lip stain di Physicians Formula nel colore Rouge, che ha un po' di lucidità ma è talmente liquida e poco corposa da essere un buon esempio da presentarvi.

Finisce qui il post, spero che vi sia piaciuto e che sia stato utile leggerlo e aspetto le vostre impressioni o critiche a riguardo. Scrivere queste piccole guide mi piace moltissimo, dopo ormai diversi anni come beauty blogger sento di aver imparato tante cose e la voglia di poterne parlare con voi, raccontarvi, è sempre tanta. Se l'idea vi piace continuerò, e magari tra i beauty notes spunteranno più spesso questi post più di approfondimento, un po' come è stato per il post che ho scritto tempo fa sulle palette occhi o questo qui.

Un po' di domande per voi: quale prodotto preferite tra rossetto, rossetto liquido e tinta labbra? cosa ne pensate del post e su cosa siete d'accordo e su cosa non lo siete? Quale è stato il vostro ultimo acquisto a tema?

un bacio

  • Share:

You Might Also Like

10 commenti

  1. Molto interessante questo post, ammetto di essere una di quelle persone che ultimamente non sapevano più distinguere un rossetto liquido da una tinta proprio a causa dei nomi random che danno le aziende ai prodotti :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credimi ho avuto dei momenti in cui ero in forte dubbio anche io su cosa fosse una cosa o l'altra :D In più spesso il web non aiuta, chi ne dice una, chi un'altra, e poi non si sa più bene qual è la verità a meno di non fermarsi un po' e indagare per conto proprio. Lieta che il post sia stato utile :)

      Elimina
  2. io non penso che la colpa sia delle aziende ma del consumatore che ama fare di tutta l'erba un fascio: se un prodotto si chiama LIPSTICK perché cavolo devi tradurlo come tinta?
    E questo è un errore che ho visto fare anche da tantissime colleghe... e se correggi apriti cielo, sei pignola, che vuoi che sia, meglio disinformati che dare alle cose il nome giusto.

    Io non sono d'accordo con tutta la tua classificazione dei rossetti devo dire... sheer vuol dire trasparente ed è una qualità della coprenza ossia di quanto il colore va a coprire quello naturale delle labbra, mentre per esempio manca il glossato (spesso confuso con lo sheer in italiano) e volendo altri finish che non sempre sono universalizzabili perché da brand a brand a volte cambia un po' la concezione stessa del formulatore su come si ottenga un certo effetto.

    L'idea del post, va da sé, mi piace... ne ho uno nelle bozze da tempo immemore pure io, un po' diverso da questo e per il quale stavo aspettando un paio di uscite in particolare... chissà se lo scriverò mai XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diciamo che secondo me c'è un po' di confusione da parte delle aziende e un po' di confusione da parte di chi compra, anche io non capisco come si possa chiamare tinta una cosa che non lo è e viceversa. Come dicevo nel post l'importante comunque è avere chiaro ciò che si cerca quando si va a caccia di un prodotto, perché a chiedere tinta non sempre arriva un rossetto liquido.

      Ho cercato di semplificare un po' in questo post, ho volutamente selezionato i finish più comuni per poter dare una traccia, ma è verissimo che esistono tantissime varianti, i finish di Mac ad esempio sono molti di più e più vari e non solo di Mac, però ho pensato che fosse necessario ridurre un po' la cerchia, e magari lasciare spazio a qualche approfondimento più avanti.

      Scrivi quel post che hai in bozza, penso ce ne sia bisogno, e approfondire è sempre utile, specie se si hanno i mezzi per poter condividere informazioni ;)

      Elimina
  3. Ecco... bravissima! io nella mia nebbia da mamma indaffarata certi dettagli me li lascio un po' scappare!
    Utilissimo.
    Quindi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Manu <3 Diciamo che ultimamente mi sento fare tante domande su questo e su quello, e al tempo stesso guardandomi in giro vedo tanta confusione, volevo fare un po 'di chiarezza e se ci sono riuscita almeno in parte ne sono felice :*

      Elimina
  4. Utilissima, non avevo dubbi!
    E' vero che si fa una gran confusione a volte, specie con i rossetti liquidi e le tinte eheh Certo che Feel so grand è uno spettacolo! :-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Feel so Grand ti fa sentire davvero meravigliosamente gnocca, è bellissimo!

      Elimina
  5. La questione tinte labbra/rossetto liquido mi mette sempre in crisi...Confesso che anche questo post non mi ha chiarito completamente le idee purtroppo. :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se hai altri dubbi o vuoi chiedermi altro scrivi un mp in pagina su facebook, vediamo se posso aiutarti ;)

      Elimina