A close up on make up: Shiseido, Rouge Rouge

By A.G. - Whatsinmybag - 10.10.16



Iniziamo la settimana parlando di cose belle, perché non c'è niente di meglio che accettare la realtà di un nuovo lunedì e una nuova settimana godendoci una piccola pausa con ciò che ci piace e dimenticando almeno per un po' il grigiore e la voglia di tornare a casa nel proprio letto.
Oggi voglio parlarvi in questa review dei nuovi Rouge Rouge di Shiseido, i nuovi rossetti della casa Giapponese, una celebrazione del colore rosso, suo simbolo da sempre e simbolo della sua terra natia, il colore della forza, dell'audacia, del coraggio, della fortuna e della passione.
Shiseido crea dunque 16 nuovi rossetti che rappresentano 16 modi di vivere e intendere il colore rosso, varie declinazioni che celebrano la storia di Shiseido ma anche la donna, la femminilità, offrendole tante diverse possibilità di esprimersi e di interpretare il rosso liberamente. Dal rosso fuoco al rosso corallo, dal rosa caldo al borgogna, Rouge Rouge di Shiseido ci accompagna in una storia di sfumature e sottili sfaccettature, e ci offre un rossetto completamente nuovo nella forma, nel concept, nel packaging.


Descrizione, formulazione e varie...
Shiseido durante tutto l'ultimo anno ha rinnovato la sua immagine e cambiato i suoi packaging, il nome si è arricchito della denominazione Ginza Tokyo, per sottolineare la sua origine, e le sue confezioni si sono tinte di rosso Shiseido. I rossetti Rouge Rouge, assieme al fondotinta Synchro Skin di cui vi ho parlato tempo fa, sono i primi prodotti che hanno visto questo cambiamento e sono arrivati sul mercato con questo nuovo packaging.
I Rouge Rouge hanno una splendido pack, color nero un po' lucido e un po' satinato; il tappo ha una chiusura magnetica e sfilarlo dallo stick è un vero piacere, il sistema con magnete è sempre molto soddisfacente, rende il rossetto nel complesso un oggetto bello da usare e tenere tra le mani, il make-up dopotutto è fatto anche di gesti e di accessori.

La formula di questi nuovi rossetti Shiseido è da provare, è una combinazione di morbidezza, comfort e fermezza. I Rouge Rouge sono comodi, ma non sono burrosi o scivolosi, una volta applicato infatti il rossetto non si muove, non migra, non naviga per il contorno labbra, offre una perfetta aderenza e una "vestibilità" altrettanto ideale. Certo la durata non è elevatissima, è un rossetto che dopo mezza giornata o un pranzo deve essere riapplicato o ritoccato, ma niente che non sia nella norma di un prodotto labbra dal finish cremoso.
La concentrazione di colore e la pigmentazione è molto buona, possono sembrare un po' sul genere "semi-coprente" ma non è così, coprono le labbra davvero molto bene e creano un look fresco, lucido, casual e molto femminile. 


Come dicevo nell'introduzione, ci troviamo di fronte a 16 libere interpretazioni del colore rosso, dal chiaro allo scuro, dal brillante allo spento, dal corallo al rosso classico. Oltre ai rossi canonici Shiseido ci propone delle varianti di rosa e di color carne che derivano dal rosso, che mantengono sempre una traccia di rosso nella loro composizione ma che non sono più propriamente dei rossi.
Dopo aver usato e osservato da vicino tutti questi Rouge Rouge devo ammettere che Shiseido è stato piuttosto audace in queste sperimentazioni, facilmente poteva ricadere nel banale, nei soliti borgogna, nei classici rossi che già tutte noi conosciamo, invece per la maggior parte i Rouge Rouge sono tonalità diverse dal solito, ibride, alcune bruciate, altre più desaturate, con aggiunte di viola, di marroncino o di ruggine. Sono proposte ragionate, possono stuzzicare l'interesse di ogni donna, da quella che con il rosso ci va a nozze, a quella che non ha confidenza con questo colore ma vorrebbe; un percorso di tonalità e sfumature da non sottovalutare.
Vediamole più da vicino:

Ruby Copper: Rosso spento, pare sia nato traendo ispirazione da alcuni minerali che si trovano in natura. Per me è un rosso scuro di media intensità, con un tocco di sottotono blu.

Real Ruby: Rosso brunito, viaggia sulla stessa intensità di Ruby Copper, solo che vsria totalmente il sottotono, che in questo caso è più caldo e con un tocco marroncino.

Liason: Rosso rosato, è una descrizione bizzarra da fare ma è la migliore a cui ho pensato guardando questo colore, composto da una parte di rosso, una di rosa con sottotono caldo e sporcata da un pizzico di blu sul finale. Viene descritto come aranciato ma io non concordo con questa descrizione.

First Bite: Leggermente più scuro di Liason, meno lucido e pervaso da una iridescenza rossastra/ramata che spegne un po' il colore e lo rende un po' più ruggine.

Boodstone: Rosso bruciato, è un colore scuro e sporco di borgogna e marrone, ha anche lui un po' di iridescenza rossastra.

Rouge Rum Punch: Un rosso violaceo, è molto più scuro del precedente e anche un po' più cupo, una tonalità molto interessante e forse un po' anni 20.

Toffee apple: con questo rossetto ritorniamo tra i colori brillanti, è proprio un rosso mela caramellata, goloso e interessante.

Poppy: Rosso papavero brillante, ha un sottotono bluastro rosato, un vero classico, e credo che sia il rossetto che meglio interpreta il rosso della corporate image di Shiseido. Uno dei miei preferiti.

Murrey: con questo colore entriamo nelle tonalità che Shiseido propone come interpretazioni del rosso, ma che per me entrano tecnicamente nella famiglia dei rosa. Murrey è un rosa caldo naturale. Anche lui è tra i miei Rouge Rouge preferiti.

Coral Shore: Rosa ruggine, è un colore forse un po' vintage dal mio punto di vista, una variante più rossastra rispetto a Murrey e un po' anticata in un certo senso.

Hushed Tones: Color carne chiaro, il nome che porta lo descrive molto bene, è in effetti un color carne discreto e dai toni sommessi. Sottotono giallino.

Sweet Desire: Rosa mauve, bellissimo, anche lui tra la rosa dei miei rossetti preferiti di questa linea.

Burning Up: Rosa corallo brillante e un po' caramella.

Crime of passion: una versione più corallina e sporcata di rosso del colore precedente, un rosa che tende maggiormente al corallo e che ha un sottotono più caldo e bruciato.

Rose Crush: Un color carne scuro  e tendente al marroncino, direi che è una versione più calda di Sweet Desire.

Red Queen: ancora un color carne, ma ancora più scuro, più intenso e più ricco.


Conclusione...
Rouge Rouge di Shiseido non sono solo una nuova linea rossetto, si tratta di un vero e proprio studio sul rosso e un tentativo di offrire alle donne una veduta diversa su questo colore. Il messaggio di base è il seguente: non fermatevi ad un solo tipo di rosso, non lasciatevi spaventare, qui abbiamo un percorso di colori dove ognuna di voi può trovare il proprio o scoprirne di nuovi.
L'idea a me è piaciuta moltissimo e qualitativamente i Rouge Rouge sono rossetti fantastici, confortevoli e piacevolissimi da indossare, un tipo di formulazione che soddisfa davvero la maggior parte delle donne e che anche a me piace tanto, dopotutto è universalmente riconosciuto che i rossetti cremosi offronto un comfort difficile da eguagliare.
Il prezzo di un rossetto Rouge Rouge è di circa 25€, la quantità non è riportata sugli stick mentre la PAO è di 24M.
Li consiglio? Consigliati a chi cerca un rossetto che sia davvero ideale per tutte le occasioni, confortevole e di facile utilizzo. In particolar modo consiglio di osservare bene le varie tonalità ibride che questa linea offre, tra i Rouge Rouge c'è una bella scelta di rossetti che possono fare da "my lips but better"(colori che amplificano la bellezza del colore naturale delle labbra) per tutte le carnagioni e colori delle labbra.

voi avete già provato questi rossetti? li avete visti in giro o vi hanno incuriosito? che esperienza avete con i prodotti labbra di Shiseido?

un bacio

n.b. il prodotto mi è stato inviato dall'azienda, non sono stata pagata per parlarne e questa è solo la mia onesta opinione, basata sulla mia esperienza.

  • Share:

You Might Also Like

4 commenti

  1. Risposte
    1. Quando si impara a conoscere, Shiseido non si molla più ;)

      Elimina
  2. Wow, un post molto utile, molto dettagliato, completo direi! Complimenti!
    https://femeieastazi.blogspot.it

    RispondiElimina