A close up on make up: Nabla, Goldust Collection *Christmas Alert*

By A.G. - Whatsinmybag - 7.12.16

Nabla Goldust

Goldust di Nabla, la collezione che con tutto il suo oro e la sua opulenza ha scosso gli animi di tutte noi, inclusa la sottoscritta, scatenando amore puro un po' ovunque nel web. Nabla ha colpito ancora e ha creato una collezione stupenda, forse forse, la migliore fino ad adesso per estetica e concept.
Dopo l'ammirazione iniziale e l'estasi per tutto questo oro nel packaging e per le grafiche art nouveau delle palette, mi sono buttata nelle prove, ho deciso di aspettare un po' a parlarvi della collezione per potervi dare un'opinione più autentica, la collezione è così ricca di prodotti che per indossarli tutti almeno una volta c'è voluto qualche giorno in più.
Non mi voglio dilungare troppo, la collezione è fatta di Diva Crime, Crème Shadow, ombretti di tutti i tipi, Blossom Blush e di un prodotto tutto nuovo, il Dazzle Liner Klimt che mi fa pensare che in futuro potrebbe essere accompagnato da altri eyeliner belli come lui; insomma c'è tanto da vedere e di cui parlare, buttiamoci subito nella mischia dunque, e nel cuore di questa review.

Goldust Rossetti

Goldust, Diva Crime Dragonfire, Dilemma, Bye bye Birdie, Moulin rouge, Arabesque prezzo 12,90€:
Un minuto di gioiosa contemplazione per questi rossetti, vi prego, perché i Diva Crime in questo packaging tutto dorato sono bellissimi e ancor più belli sono i colori scelti per questa collezione, dal primo all'ultimo.
Dragonfire è il rosso, un bel rosso acceso e aranciato, Dilemma è il più scuro, un marrone cupo e freddo, Bye Bye Birdie è il nude, immancabile, un color carne chiaro; Moulin Rouge è il colore diverso, un rosso mattone con satinatura dorata, e infine abbiamo Arabesque, un color rosa mauve scuro, con un pizzico di color lampone. I colori scelti sono interessanti, ci sono tonalità che richiamano i velluti e i tessuti opulenti, c'è un certo richiamo all'epoca bohemienne in alcune tonalità, questi rossetti sono affascinanti e intriganti come quell'epoca.
La qualità è sempre la solita, i Diva Crime sono rossetti cremosi ma non troppo, confortevoli, duraturi, ed hanno una pigmentazione eccellente, chi li ha provati sa di cosa sto parlando e i rossetti della collezione Goldust hanno tutte queste buone qualità. La cosa che mi ha colpito è che tutti sono assolutamente uniformi, compreso Dilemma, che potenzialmente poteva essere il colore più difficile e invece anche lui si comporta egregiamente.

Goldust, Dazzle Liner Klimt, prezzo 11,90€:
All'interno di questa collezione c'è un prodotto nuovo di zecca, mai proposto prima da Nabla, ed è il Dazzle Liner Klimt, in edizione limitata.
Questo eyeliner è ricco, opulento, un color oro quasi sfrontato, con una venatura rossa particolarissima, non avevo visto un eyeliner così e se ci penso non poteva che essere Nabla a crearlo. La pigmentazione è ottima, con un solo tratto la linea è piena e brillante, il problema per me è l'applicatore, ci vuole una certa maestria per maneggiarlo perché è di quelli a pennellino, una tipologia che per me è sempre stata difficile da utilizzare e che trovo sia quella che richiede più tempo e pazienza per imparare. Un po' mi dispiace per questo, ma lo dico unicamente per tirare l'acqua al mio mulino, io avrei preferito un altro tipo di applicatore (mi servirebbe Mr Daniel in persona per imparare a maneggiare bene questo prodotto), ma ciò non toglie che probabilmente altre persone, più pratiche e dalla mano più ferma, si trovino meglio con un pennellino.
In ogni caso questo Dazzle liner mi ha fatto venire voglia di vedere quali altri eyeliner potrebbe creare Nabla, spero che la mia curiosità venga appagata presto.

Goldust, Blossom blush, Satellite of love e Harper prezzo 13,90€:
Due Blossom Blush si vanno ad aggiungere al parco blush di Nabla, e sono Satellite of Love e Harper, due colori un po' agli antipodi tra loro, uno dei due forse molto atteso dalle fan di questo marchio.
Satellite of love è un blush color melograno, ha più rosa che rosso però ed è più scuro in cialda che sulla pelle, Harper invece è un rosa pallido, non troppo caramella per fortuna e non troppo acceso, è una tonalità fresca che dona giusto un pizzico di colore.
Il primo è sicuramente il blush che è stato più acclamato, io però con lui non mi trovo molto bene, troppo scuro e intenso, con Harper c'è stata sicuramente più sintonia. Aldilà del mio gusto personale però i due blush sono splendidi, finish opaco e buona pigmentazione, anche qui un lavoro ben fatto.

Dazzle Liner Klimt

Goldust, ombretti Refill prezzo 6,50€:
Veniamo al nocciolo più interessante della questione, gli otto ombretti che compongono la collezione Goldust, una selezione di colori Super Matte (novità di questa collezione), Bright, Satin e Celestial (ricordate il nuovo finish lanciato nella collezione Mermaid?). Vediamoli per bene singolarmente:

  • Luna, Bright: si tratta di un color seta rosa molto chiaro e molto luminoso, è più satinato che shimmer devo dire ed è un perfetto ombretto da usare come punto luce. 
  • Absinthe, Bright: Duochrome, senza dubbio, con una base porpora e riflesso con iridescenze verdi, azzurre. Non è un colore proprio nuovo per il mercato, vi sono diversi ombretti in circolazione simili a questo, è un effetto che piace sempre molto e anche io lo sono.
  • Ludwig, Super bright: questo ombretto è stato quello che forse mi ha "deluso" un po' quando l'ho visto dal vivo, le promesse sembravano molte ma la realtà non è così luminosa come speravo che fosse. Il colore è bello, un bronzo/rame scuro, un po' spento, non ha quel riflesso acceso che mi aspettavo da un ombretto categorizzato come Super bright.
  • Radikal, Super Matte: gli ombretti Matte di Nabla sono buoni, tutti però sappiamo che alcuni peccano un po' in morbidezza, Radikal è un opaco di nuova generazione, molto più vellutato e pigmentato rispetto ai predecessori. Il colore è insolito, un verde militare molto intrigante, raro devo dire, non ce ne sono molti sul mercato fatti come lui.
  • Snowberry, Satin: nella Goldust le tonalità insolite sono parecchie, e Snowberry è una di quelle, io lo definisco un ombretto color oro rosa, satinato, non troppo luminoso ma non troppo spento.
  • Paprika, Super Matte: Anche Paprika è fatto come Radikal, opaco, morbido e pigmentato. Il colore è proprio quello della spezia, un arancio caldo e rossiccio, molto particolare. 
  • Glasswork, Celestial: Ho lasciato i colori più scoppiettanti per ultimi, e Glasswork è uno di questi. Si tratta di un ombretto ricco di perle e glitter, ha una base nocciola sulla quale sono distribuiti riflessi azzurri, violetti, argentati, è un ombretto brillante come un pavé di diamanti, un caleidoscopio di luci e riflessi, una cosa stupenda. Il problema sono i fall out, meglio applicarlo picchiettandolo con le dita e coprire la guancia sottostante con un fazzolettino, la caduta dei glitter rovinerebbe la base. 
  • Danae, Celestial: Questo ombretto è il mio preferito, l'ho lasciato per ultimo perché desideravo sperticarmi in lodi, è un gioiello anche se la formula non è tra le più semplici. Anche lui ha il finish di Glasswork ed anche lui è ricco di glitter e perle, il colore è un bronzo dorato con molto giallo al suo interno, steso sulla palpebra è come metallo liquido. Rispetto a glasswork ha una base colore molto più pigmentata e visibile, come lui però ha un problema di fall out costante. Io lo applico con attenzione e poiché lo adoro da solo, lo stendo su una base cremosa per avere più presa, poi presso bene e più volte il colore sulla palpebra, picchiettando e stratificandolo per renderlo più intenso. Ne avevo già parlato nel post per la challenge, è un disgraziato ma è la cosa più bella del mondo.
Goldust ombretti

Goldust, Crème Shadow, Dusk, prezzo 11,50€:
Ultimo prodotto della collezione di Nabla, ultimo ma non ultimo, l'ombretto Crème shadow Dusk. Dopo l'uscita della collezione Potion Paradise non mi aspettano un nuovo ombretto in crema, e invece eccolo qui, un bel color salmone, un rosa pesca dorato leggermente satinato, pigmentato e morbido.
Nella collezione Potion Paradise qualche ombretto aveva dei difetti, sono felice di poter dire che Dusk non ne ha, qualitativamente è perfetto: pigmentato, cremoso ma non troppo, sfumabile e a lunga durata.
Mi piace molto il colore, non avevo ombretti così, è curioso ed è interessante usarlo come base per gli altri ombretti e vedere i risultati delle diverse combinazioni, con Danae ad esempio l'effetto è molto bello.

Nabla goldust swatch

Nabla goldust swatches

Nabla goldust swatch

Conclusione…
Sono arrivata alla fine di questo post, perdonate la lunghezza ma i prodotti sono tanti e spendere qualche parola per ciascuno porta comunque a usarne tante. Poi a me piace chiacchierare con voi. non sono mai stata una blogger da poche righe e penso che non lo sarò mai.
La collezione Goldust di Nabla ha confermato tutte le aspettative che avevo su di leiGoldust è ben concepita, dal packaging alle referenze colore, qualitativamente tutti i prodotti garantiscono un'ottima resa e ottime prestazioni, anche gli ombretti più complessi come Glasswork e Danae. Il Dazzle liner è stata la ciliegina sulla torta, qualcosa di nuovo ci voleva e anche lì Nabla ha saputo fare magie: non un classico e facile eyeliner oro, ma un oro con riflesso rosso, mica facile da trovare in giro.
I miei prodotti preferiti per i loro colori sono Danae ovviamente, Arabesque e Dragonfire, Klimt, Dusk, Harper, Luna, Paprika e Radikal, e Glasswork. Non c'è un motivo razionale per il quale li adoro, semplicemente i colori fanno parte di quelle sfumature che colpiscono sempre il mio occhio, che uso di più e che meglio si armonizzano con il mio stile.
Il colore che mi è piaciuto meno credo sia Ludwig, una promessa disattesa a mio parere, speravo fosse più bello di ciò che è, ma non voglio essere troppo severa, è il mio gusto che sta parlando. La tonalità più banale forse è Bye Bye Birdie, credo che nessun nude, nemmeno di Nabla, potrà mai spodestare nel mio cuore Balkis e Closer.
La collezione è già disponibile sul sito Nabla Cosmetics, sui vari shop online che rivendono il marchio e molti punti vendita in tutto il territorio. Attualmente sul sito vi è una promozione, spese di spedizione ridotte e sconti su tutti i prodotti, i kit regalo e i vari bundle. Questo post come potete notare ha il *Christmas Alert* e se ben ricordate sta ad indicare che trovo i prodotti descritti un'idea regalo, Natale si avvicina e se avete delle amiche che cercano sempre dei prodotti particolari e di qualità non potete non scegliere Nabla. Tra l'altro nella collezione ci sono anche due stupende palette magnetiche, decorate con bellissimi motivi art nouveau e decò (sia liberty twelve che liberty six), veri e propri gioielli per qualunque appassionata di make up che ama acquistare ombretti refill e comporre la propria palette.
Li consiglio? Sì, e non dico nulla di più.

Chi ha già fatto acquisti Goldust? chi invece ancora non lo ha fatto ma vorrebbe? cosa ne pensate di questa collezione?

un bacio

n.b. i prodotti mi sono stati inviati dall'azienda, non sono stata pagata per parlarne e questa è solo la mia onesta opinione basata sulla mia reale esperienza.

  • Share:

You Might Also Like

2 commenti

  1. Inutile dire che questa collezione è splendida...E i utile dire che dei rossetti quello che mi ha rubato il cuore è sicuramente Moulin Rouge :D
    <3

    RispondiElimina
  2. Aspettavo il tuo post per chiarirmi le idee! Credo che stavolta prenderò solo Dusk, sui rossetti nè sugli ombretti riesco a decidermi... :-*

    RispondiElimina