a close up on make up colori ombretti palette ombretti Sleek

A close up on make up n°104: Sleek, Snapshot palette

Per davvero moltissimo tempo ho desiderato avere tra le mani una palette della Sleek, si da quando ne ho scoperto l’esistenza. Ho sentito tanti pareri su di loro, letto di tante coronate storie d’amore, di cialde polverose ma anche di colori pigmentatissimi. La promessa prima o poi era quella di riuscire a provarne una, la reperibilità purtroppo è sempre un problema perché spesso si trovano da Sephora, ma in pochi pezzi e per diverso tempo sono state sold out ovunque, la maggior parte di chi le acquista le compra su internet, sul sito ufficiale, su altri siti o su ebay, shopping online a scatola chiusa e con spese extra.
Prima di lanciarmi in acquisti online che comportano onerose spese di spedizione et similia, in genere ci penso un paio di volte, così mi sono messa buona buona ad aspettare l’occasione giusta, finché è arrivata, Sleek è giunta nuovamente da Sephora con due palette, la famosa Au Naturel, palette simil-naked con colori nude e la Snapshots, una frizzantissima esclusiva per il nostro paese tutta colore e cialdine esuberanti. In missione da Sephora l’ho trovata per miracolo e me la sono felicemente portata a casa, ora la possiedo da più di un mese e muoio dalla voglia di parlarvi di lei, non leggete se non volete cadere in tentazione. 

La Snapshots si presenta nel classico formato delle palette Sleek, sono contenute in una scatola di cartoncino, mentre la palette vera e propria è costituita da una custodia nera in plastica con la scritta Sleek lucida, un ampio specchio all’interno, un applicatore a doppia faccia a spugnetta, un foglio di acetato trasparente a proteggere le cialde con stampati sopra i nomi di ogni singolo colore.
La quantità del prodotto è di 1.1g per ciascuna delle 12 cialde presenti.

Una volta aperta la palette si è quasi abbagliati dalla brillantezza di ogni singolo colore, da quelli più chiari a quelli più vibranti, da sinistra verso destra si parte con dei tenui toni pastello per poi via via aumentare sino ad arrivare ad un arancione vitaminico e un meraviglioso fucsia opaco.
La palette è chiaramente pensata per look un po’ diversi dal solito, freschi, colorati, anche il make up più classico è declinabile in una soluzione colorata e vivace, in linea con i trend e i colori che più ci hanno solleticato lungo tutta la primavera e per tutta l’estate.
Le cialde sono tutte assolutamente ben pigmentate, non c’è colore che non scriva e anche quello che sembra collaborare meno, in realtà è assolutamente straordinario quando lo si utilizza. Al primo utilizzo mi aspettavo di riscontrare una notevole polverosità, così spesso citata nelle descrizioni che avevo letto delle palette di questo marchio; così non è stato, le cialde sì, sono un po’ polverose ma non sfarinano affatto e dopo aver fatto qualche ricerca, la motivazione è da trovarsi dietro ad una riformulazione dei colori. Ottima cosa direi, posso dire di aver scoperto Sleek con perfetto tempismo.

La brillantezza dei colori credo che sia evidente a chiunque, davvero questa è una delle palette più luminose e sgargianti che possiedo, i colori non sono affatto scontati, per niente classici e direi che accontentano davvero tutti i gusti possibili. Per chi ama il colore come me questa palette è una vera chicca, e dopo tante declinazioni di colori nude, beige, grigi, marroncini e color oro, non vedevo l’ora di possedere qualcosa che fosse un po’ più esplosivo.
Idealmente la palette è divisa in tre settori, un primo settore di colori chiari, prevalentemente pastello, un secondo gruppo di colori brillanti tra l’usuale e il vivace, e un ultimo gruppo di colori vibranti e accesi, briosi e un po’ pop.

Andiamo a vedere gruppo per gruppo, ogni singolo colore. Partiamo con il primo:

Da destra verso sinistra:
  • Summer breeze: color latte e menta pastello dal finish opaco, molto in voga in primavera e in questi scorsi mesi estivi, fresco e romantico.
  • Martini: champagne chiaro satinato estremamente lucente, perfetto come illuminante nell’angolo interno dell’occhio.
  • Sand walker: color cipria chiaro, finish opaco, estremamente setoso e piacevole al tatto. Ha un’ottima pigmentazione, perfetto per i look nude che necessitano di un colore cipria o carne come base per uniformare la palpebra.
  • Warm Ashore: color albicocca chiaro, finish opaco, anch’esso scrivente e setoso, come il precedente.

Secondo gruppo:

  • Kiwi flower: Verde kiwi brillante, finish shimmer, tende leggermente a tonalità più acide ed è costellato di microglitter tono su tono.
  • Lotus flower: Lilla con sfumature argento e finish shimmer, anch’esso pervaso da microglitter argentati.
  • Sunset: uno dei più particolari, un marrone/arancio ruggine molto caldo e dal finish tra lo shimmer e il satinato, estremamente bello alla luce del sole e davvero pigmentatissimo.
  • Green Iguana: bellissimo verde acqua shimmer, molto più verde che azzurro, luminoso ed acceso.

Terzo ed ultimo gruppo:

  • Humming bird: azzurro mare con duochrome oro, finish shimmer, assolutamente meraviglioso e particolare, costellato di microglitter che ne accentuano la luce e la brillantezza.
  • Tequila sunrise: esuberante arancione shimmer con microglitter oro, stupendo e iperpigmentato, favoloso sia per la luce che per l’intensità, uno dei colori più belli della palette a mio avviso e decisamente il più singolare.
  • Purple Haze: viola pop dal finish opaco, vellutato e pigmentato, perfetto combinato con Lotus flower.
  • Magenta Madness: Fucsia acceso dal finish opaco, colore interessante e un po’ pop.

Si è percepito il mio non tanto velato entusiasmo per questi colori?
Questa palette mi piace tutta, dal primo all’ultimo colore, è pratica da portarsi dietro, è piena di sfumature con cui sbizzarrirsi, ci sono colori insoliti e colori più classici, tutti si sfumano molto bene, sono molto scriventi, di qualità alta e dalla durata davvero buona, tutto ad un prezzo di soli 9.90€ che non è affatto male considerata la media dei prezzi delle palette di qualità sul mercato.
I miei colori favoriti sono sicuramente Tequila Sunrise, Humming Bird, Martini, Sunset e Lotus Flower,     questi quattro sono sicuramente quelli che uso più spesso e che mi hanno proprio stregata, Tequila Sunrise in particolare, così diverso dal solito e così bello, un colore che ho davvero rivalutato e sul quale non avrei scommesso un centesimo prima dell’acquisto di questa palette.
La consiglio? c’è da dirlo? ovvio che si, se sapete di usare questi colori e di amarli come me, cercatela e se la trovate prendetela, a mio avviso ne vale davvero la pena.

E voi? voi avete mai provato questo prodotto?

un bacio

Leave a Reply