a close up on make up labbra lacca laque a levres opinioni review Rimmel London rossetto liquido

A close up on make up n°141: Rimmel London, Apocalips n°303 Apocaliptic

Oggi torno a parlare di Rimmel London, dopo aver recensito la matita occhi Scandaleyes, oggi mi dedico ad una uscita un po’ meno recente ma comunque degna di nota,  e si cambia tema non più occhi bensì labbra.
La protagonista di oggi è la lacca per labbra o Laque a Levres Apocalips nel colore Apocaliptic, un colore che lascia senza fiato per un prodotto ottimo ma dalle diverse sfaccettature, spero oggi di parlarvi di tutte le sue caratteristiche e di farvi conoscere un po’ meglio questo prodotto, di cui sicuramente avete già sentito parlare ma di cui spero di poter dire qualcosina in più rispetto a quanto già detto.
Insomma, se siete curiose di saperne un po’ di più, come sempre mettetevi comode e buona lettura.

Questo prodotto si presenta nella classica forma a gloss, con tubetto e applicatore dunque, senza confezione alcuna. Ha una linea particolare e lo trovo molto bello, ha un packaging estremamente curato e decisamente significativo. Tutta la sua struttura infatti ricorda quella di un cristallo nero, magari un cristallo/frammento di una meteora, un qualcosa che fa pensare a una situazione apocalittica, rivoluzionaria, come se questo prodotto giungesse per lasciare il segno; il fusto nero alla fine si va a sfumare verso il fondo, lasciando finalmente intravedere il colore del prodotto. La quantità è pari a 5.5 ml mentre la PAO è di 24M.
Quando vidi uscire questo prodotto, in un primo momento ho trattenuto l’entusiasmo, ho come aspettato il momento giusto per concedermene uno e così è stato, verso metà Gennaio cedetti al fascino del colore Apocaliptic, apocalittico di nome e di fatto per la sua bellezza. Descrivere il colore non sarà affatto semplice, questo è un ibrido perfetto tra un rosa/fucsia e un rosso, una forte base azzurrina, non abbastanza rosso da essere un fragola e non abbastanza blu da essere un lampone o un berry&co, con un sorriso potrei dire che è un color “Apocalisse” poiché in questo momento non mi vengono in mente altri paragoni in natura che siano plausibili o lontanamente vicini a lui
Visivamente è un colore di fortissimo impatto, è saturo, vibrante, pieno, ha l’aspetto di una lacca o di una vernice quasi, e ce l’ha in tutto e per tutto, nelle sue caratteristiche estetiche sia che in quelle fisiche. Sulle labbra risulta brillante, lucido, molto lucido in effetti anche se non è proprio un effetto vinile fino in fondo, e coprentissimo, coprente sin dalla primissima passata, tanto che consiglio di stenderlo con cautela per spanderlo in tutti punti dove voi volete senza uscire dai contorni delle labbra.

L’applicatore è assai interessante, ha la forma del classico a spugnetta che hanno molti gloss, di quelli tagliati in diagonale per meglio appoggiarsi sulle labbra, all’interno di questo però ha un spazio cavo, un piccolo serbatoio insomma che prende più prodotto e lo trattiene in modo da averne in sufficiente quantità durante l’applicazione.
Questa caratteristica degli Apocalips è sì interessante, però secondo me non è completamente funzionale alla buona applicazione del prodotto, dalla mia esperienza e dalle prove che ho fatto, ho notato che è molto meglio dosare la quantità e costruire l’applicazione in piccoli step. Insomma, siate parche quando lo mettete, perché se abbondate l’eccesso di prodotto migrerà un po’ lungo le normali e naturali venature della pelle intorno alle vostre labbra.
Di questa cosa me ne sono accorta solo dopo un po’ di prove, durante le prime volte che lo indossavo lui restava perfettamente al suo posto, senza muoversi in alcun modo per tanto e tanto tempo. Poi un giorno qualcosa è andata diversamente, dopo averlo messo, un paio d’ore dopo ho notato che il prodotto stava risalendo il mio arco di cupido verso il mio nasino. Non era mai successo, ho quindi riflettuto su cosa poteva essersi verificato di diverso e mi sono accorta che ne avevo evidentemente messo più del necessario e questo era slittato in ogni dove senza permesso.
La cosa è molto controllabile e arginabile,  non succede sempre e moltissimo dipende da come voi mettete il prodotto, per stare sicure forse è meglio fare un contorno labbra con una matita trasparente, che faccia da barriera e argini le fuori uscite.

La durata è più che ottima, fuori dai pasti completi dura per ore e ore senza smuoversi (5 ore garantite), regge bene le bevande e i piccoli spuntini, le lunghe chiacchierate ma non è no transfer, quindi occhio a dove posate le vostre labbra perché rischiate di stampare il vostro sorriso un po’ ovunque, che siano guance altrui, sciarpe avvolte intorno al collo, colletti vari etc.
In realtà una volta andato via lo strato più superficiale del prodotto, la parte lucida per capirsi, questo problema non si pone più, e tutto rimane molto fermo, proprio per questo, se non vi spiace renderlo un po’ più opaco ( e vi assicuro che è ugualmente bello), consiglio di tamponare leggermente la superficie delle labbra per renderlo più resistente e meno trasferibile, specie se lo mettete al mattino ed avete di fronte a voi una lunga giornata.
Il comfort è massimo, proprio non si sente, non appiccica ovviamente e resta molto leggero. La rimozione non è troppo difficile, tende un po’ a macchiare ma con un buono struccante ogni problema è risolto.

Nel complesso è un prodotto ottimo, un colore particolare e stupendo, sono rimasta estremamente soddisfatta da lui e anche nei piccoli momenti in cui sono emersi i suoi difetti, alla fine non mi ha deluso.
Il prezzo è intorno ai 10€, varia molto a seconda del punto vendita che avete a disposizione ed è facilmente reperibile praticamente ovunque e si può scegliere tra una rosa di colori interessanti anche se non tutti accesi e brillanti come lui, ci sono diverse tonalità di rosa nude, più altri due di pari bellezza di Apocaliptic, Aurora e Big Bang, entrambi stupendi.
Lo consiglio? A me è piaciuto moltissimo, bisogna imparare a gestirlo quindi occhio alle caratteristiche e tenete presente che il colore è davvero brillante, se non avete confidenza con simili tonalità ma siete comunque curiose di provare il prodotto meglio a quel punto scegliere un colore più soft. Altra cosa che raccomando è di munirsi di matita contorno labbra con questo prodotto, specie se vi capita spesso che i rossetti si insinuino nelle pieghe della pelle o tra le naturali venature di essa, se è una cosa che vi succede regolarmente, meglio essere previdenti.

E voi? voi avete mai provato questo prodotto?

un bacio

Leave a Reply