a close up on make up Bourjois Cipria illuminante Java Rice Powder opinioni Poudre de Riz recensione review

A close up on make up n°207: Bourjois, Poudre de Riz de Java (Java Rice Powder), Universal Illuminating powder

Finalmente, anno nuovo, il 2013 se ne è andato, ciao, addio, a mai più rivederci!
Il 2014 spero sia un anno migliore di quello passato a livello personale, mentre spero che il blog prosegua nella sua bella avventura e che continui a crescere come tanto ha fatto nell’anno appena passato, che aumentino le belle esperienze e le interazioni con voi, sto stilando un personale elenco di buoni propositi bloggerecci che voglio mettere in atto, spero ad uno ad uno di portarli a compimento. 
Intanto, visto che chi ben comincia è a metà dell’opera, e visto che non posso ancora aprire le danze con i post dedicati ai preferiti dell’anno, essendo orfana di macchina fotografica momentaneamente, direi che è il caso di dedicarsi ad una review ripescando le foto dal mio personale archivio di provvidenziali foto. 
Il protagonista della review di oggi è la cipria Poudre de Riz de Java Universal Illuminating powder di Bourjois, nome lunghissimo per un prodotto grazioso, contenuto in una altrettanto graziosa e civettuola confezione, lanciato dall’ormai famoso brand francese per festeggiare i suoi 150 di attività.
Su questo prodotto mi sono espressa tante volte, l’ho voluto e cercato e desiderato molto (acquistato su amazon.co.uk se non sbaglio i primi di Novembre), ho cambiato idea su di lui diverse volte, ed oggi credo sia il giorno ideale per parlare di questa cipria speciale. Se volete saperne di più accomodatevi, la prima review dell’anno è in arrivo. Buona lettura!

Packaging e dettagli…
Questa cipria di Bourjois è contenuta in una deliziosa confezione di plastica di colore verde pastello, del tutto simile, a quanto pare, alla prima che conteneva la prima polvere di riso creata da questo marchio. 
Il tappo è a vite, sopra di esso sono stampati dettagli e decorazioni vintage, una volta girato e aperta la confezione si trova un pratico sifter che si può aprire e chiudere per dosare la fuoriuscita del prodotto, un sistema davvero pratico e comodo per evitare che la polvere svolazzi al vento. 
La quantità è pari a 3,5g, la PAO è di 12M.

Descrizione, formulazione e varie…
La Java Rice Powder di Bourjois, come tutti i prodotti Bourjois, non è reperibile in Italia, questo marchio sta riscuotendo molto successo nel nostro paese grazie al web, che ne racconta le lodi e le gesta, però ancora non è approdato nei nostri negozi e mi chiedo cosa stia aspettando a farlo data la quantità di buoni prodotti che ha nel proprio range.
Di questo prodotto in particolare ho letto sui blog Inglesi, sempre incredibile fonte di varie curiosità e di prodotti interessanti, e sin dalla prima review che lessi ne rimasi incuriosita, si parlava di una cipria in grado di creare una luce particolare sul viso: con una simile premessa, era chiarissimo che dovevo averla e saperne di più. Il mio desiderio si rafforzò ancor di più dopo averne letto anche sul blog di Giada, la quale l’aveva acquistata da qualche tempo e in un post dedicato ad acquisti e quant’altro, dava alcune allettanti prime impressioni su questa cipria fantomatica.
Trovata su internet, acquistata e consegnata nelle mie manine, ho subito iniziato ad utilizzare questa cipria cercando di coglierne tutti i segreti. Nello specifico è una polvere sottile e impalpabile di colore rosa chiarissimo arricchita con delle piccole perle di luce, perlescenze finissime e percepibili solo sotto la luce diretta e solo in mezzo ad uno spesso strato di prodotto. La prima cosa che colpisce quando si apre la confezione è il delicato profumo di confetto che ha questa cipria, quel tipico profumo che avevano i cosmetici d’altri tempi che sapevano di talco e di pulito, un odore che ha un qualcosa di molto materno secondo me, che un po’ in tutte noi, anche nelle più giovani, scatena romantici ricordi d’una cosmesi d’altri tempi.
La cipria è finissima, impalpabile, tra le più sottili che possiedo, sul viso è praticamente trasparente ma non è neppure lontanamente paragonabile alle ciprie traslucide o HD, l’effetto è totalmente diverso, questa avvolge il viso di una luce morbida e naturale ed il viso risplende (e risplende in senso lato e non in senso fisico, non brilla per colpa delle perlescenze che contiene la cipria).
Il trucco è chiaramente dietro la formula di questo prodotto, le perlescenze che contiene credo che formino una specie di superficie riflettente sul viso che raccoglie la luce naturale e la diffonde su tutto il viso, facendolo risplendere di freschezza e di vitalità e dando un senso a tanta brillante presenza all’interno di una cipria.
Devo confessarvi che durante la prima prova ero molto preoccupata dell’effetto “palla da discoteca” che poteva essere dietro l’angolo, in effetti mi sono spaventata ancor di più quando dopo aver messo la cipria la prima volta, esposta sotto la luce direttissima dello specchio del bagno, gli sbrilluccichii erano abbastanza percepibili. Il segreto del successo sta nel dosare bene il prodotto, non eccedendo mai nella quantità, e nel saperlo diffondere su tutto il viso in modo uniforme, senza creare degli eccessi.
A me piace tanto, devo dirlo, ha una buona tenuta, fissa bene i prodotti per la base viso anche se consiglio di riapplicarla verso metà giornata, si sposa bene con il fondotinta che sto usando in questo periodo e assieme a lui creano una vincente e radiosa accoppiata che a me piace molto, essendo il finish che più prediligo per il mio viso, ma va da sé che chi ama le ciprie opacizzanti questo prodotto meglio non lo consideri proprio, come pure lo sconsiglio a chi magari ha una pelle un po’ oleosa e di solito non va d’accordo con i prodotti che rendono il viso più luminoso.

Conclusione…
Questa cipria di Bourjois è senza dubbio un prodotto molto particolare, un po’ da collezione secondo me, ed è anche un prodotto che forse può non essere congeniale per tutte. Per me però è stupendo, ne sono invaghita e la uso in ogni occasione speciale e sono felice di averla trovata dopo tanto cercare.
Il prezzo non è bassissimo, siamo intorno alle 10£ circa, un prezzo variabile a seconda del sito dove la trovate, io l’ho pagata ad esempio 8£, approfittando di uno sconto sul sito inglese di Amazon.
La consiglio? Non è un prodotto per tutti i tipi di pelle, e forse nemmeno per tutti i gusti, però a me è piaciuto, è una cipria particolare ma funziona e crea un effetto magico sulla mia pelle, la fa risplendere di una luce delicata e non l’appiattisce. La consiglio a chi ama i prodotti particolari, a chi ama le ciprie illuminanti, a chi è curiosa di provare le Ambient Light powder di Hourglass ma non vuole spendere un capitale dato che il principio dovrebbe essere simile, ed ovviamente la consiglio come piccolo pezzo da collezione.
La sconsiglio a chi ha la pelle oleosa o mista, a chi tende a lucidarsi molto e a chi ovviamente non ama gli effetti troppo luminosi sul viso per quanto riguarda ciprie e fondotinta.

E voi? voi avete mai provato questo prodotto?

un bacio

22 Comments

Leave a Reply