Beauty notes Burberry come usare comparazioni cosa è lo strobing highlighter illuminante Madina Nars opinioni prezzo Pupa milano recensione review

Illuminante: come sceglierlo senza sbagliare!

L’illuminante è diventato un prodotto fondamentale, e sul mercato ce ne sono tantissimi. Un tempo non era così, un tempo in profumeria trovavi quei cialdoni enormi più o meno dorati, con glitter formato disco volante, e le aziende ti invitavano cospargere il tuo viso e il tuo corpo con questi all-over.

Oggi l’illuminante viso e corpo è fatto con tutti i santi crismi, per offrire quel bagliore meraviglioso che i nostri faccini meritano. E non solo si vedono più prodotti e più colori, ma anche più consistenze e quindi più utilizzi.

Nel post di oggi vi propongo una prima selezione di otto illuminanti effetto glow dal finish satinato o simili, scelti di tutte le forme e di tutti i prezzi, in più varianti di colore e consistenze, per farvi vedere quante possibilità ci sono. Se state cercando un illuminante e non sapete da dove iniziare, questo è il post che fa per voi.

Illuminante in polvere, per un look radioso in pochi minuti

New Cid Cosmetics, iGlow Compact Shimmering Powder “Sirocco”*: 

New Cid è un marchio inglese che in Italia viene venduto su QVCi-Glow è uno stupendo illuminante color ambra chiara dal finish satinato di nome Sirocco. Non credevo che questo colore potesse starmi bene, e inizialmente l’ho guardato con diffidenza. Provandolo me ne sono innamorata.

La cosa che prediligo di questo illuminante è certamente la texture: pur essendo un prodotto cotto la polvere è molto morbida e soffice. Poi ovviamente c’è anche il suo aspetto sulla pelle, i-Glow ha un nome che non poteva essere più azzeccato, crea un tocco di luce perfetto, quel bagliore che fa risplendere immediatamente la pelle nei punti giusti.

TheBalm, Mary-lou Manizer 

Mary-lou Manizer di TheBalm è stato il mio primo vero illuminante, acquistato ormai parecchio tempo fa e tutt’ora un prodotto che amo alla follia.

Rispetto al prodotto precedente questo highlighter è decisamente più potente, è un color champagne chiaro molto riflettente, un finish satinato quasi metallizzato.

Chi sceglie Mary lou vuole che l’illuminante si noti eccome. La texture è quasi cremosa, è pigmentatissimo, e sulla pelle si anima come un flash luminoso visibile a metri di distanza. Quando voglio effetti speciali scelgo sempre lui, è uno spettacolo.

Madina, Prism Highlighter

All’inizio dell’anno vi ho parlato di alcuni prodotti Madina che mi hanno totalmente conquistata, uno dei due è un illuminante, Prism Highlighter numero 01.

Questo illuminante è delizioso, è elegante e raffinato ed è perfetto per chi vuole un look un po’ più subtle, ovvero sottile. Anche qui siamo di fronte ad un color champagne, solo un po’ più giallino e meno metallizzato, ha una quantità di perlescenza minore o comunque più delicata, ideale per chi non vuole esagerare.

Shaka, Illuminating Powder

Girando per caso nel reparto profumeria di OVS un bel giorno sono incappata in questo illuminante Shaka. Per prima cosa mi ha colpito la trama intarsiata nella cialda, stupenda, è stato questo che mi ha spinto a passarci le dita sopra e così ho scoperto che quello che mi era parso un blush era in realtà un bellissimo illuminante.
La cialda è molto rosa, ma questo highlighter è molto meno rosa di ciò che sembra, è un colore non colore, stupendo, e la sua luminosità è pari quasi al caro Mary Lou citato prima.
Sono impazzita per questo illuminante, è meraviglioso, polvere cremosa, poco polveroso, sfumabilità estrema, luminosità … beh, la foto parla da sola.

Pupa Milano, Highlighter Bronze

Highlighter Bronze di Pupa nel colore 001 è l’ultimo prodotto in polvere di questa selezione.
Seguendo il link (cliccando sul titolo di questo paragrafo) troverete la sua review e potrete scoprire tutti i dettagli. La cialda di questo illuminante è diviso in varie tonalità che mescolate insieme danno un color seta luminosissimo. Qualche glitterino lo contiene, ma non danno fastidio. Lo trovo un illuminante stupendo da usare sul viso e sul corpo.

illuminante swatch e comparazioni
Fila in alto, da sx verso dx: New Cid Cosmetics “Sirocco”, Mary lou Manizer, Madina Prism Highlighter, Nars Orgasm Illuminante; Fila in basso, da sx verso destra: Burberry Fresh Glow, Douglas Lost in Galaxy, Shaka illuminante, Pupa Highlighter Bronze 001.

Illuminante liquido o in stick, da usare su viso e corpo.

Nars, Orgasm illuminator

Quando si parla di Nars si finisce sempre per parlare di cose speciali e così è con il prodotto che vi sto mostrando. Si tratta di Orgasm versione illuminante liquido/gel, un prodotto che ha un colore molto particolare e che è ispirato al famosissimo blush di Nars.

Nella foto ne vedete uno strato abbondante, giusto per farvi vedere il colore: è una specie di tonalità rame, con poco rosa e molto arancio, dal finish metallico.

Applicato con mano leggera crea un bellissimo effetto baciata dal sole, ma il suo meglio lo tira fuori mescolato al fondotinta, per creare un effetto healthy glow ancora più bello. Nars ha un altro illuminante a cui io sono molto legata, il Multiple Copacabana che vi ho già proposto più volte, ma questo Orgasm illuminante è anche più particolare e per questa selezione l’ho trovato più adatto.

Burberry, Fresh Glow Luminous Face Base 

Questo prodotto di Burberry è un altro illuminante famosissimo, liquido come il precedente di Nars ma con effetto e scopo diverso. Questo viene considerato a tutti gli effetti un primer viso.

La consistenza è quella di un gel un po’ liquido, è un color seta chiaro dal finish perlescente, luminosissimo. Mescolato al fondotinta liquido è assolutamente straordinario, bellissimo, crea un effetto radioso delicato e naturale.

Io consiglio di usarlo così: mescolatene un po’ al fondotinta liquido e poi applicate tutto sul viso. Una volta fatta la base per accentuare la luminosità su alcuni punti, basta picchiettarlo sugli zigomi per accentuare i punti luce. L’effetto è quello di una luce naturale che viene emanata direttamente dalla nostra pelle.

Douglas, Lost in galaxy Highligter

Oltre ai prodotti liquidi, gli illuminanti esistono anche in versione in stick in particolare, proprio come questo Highlighter in stick di Douglas della collezione Lost in Galaxy.

Gli illuminanti di questo tipo sono pratici perché non occorrono pennelli per applicarli e si stendono sul viso direttamente dallo stick. Si sfumano con le dita in pochi attimi e offrono quasi sempre un delizioso effetto bagnato sul viso.

Questo illuminante Douglas è cremoso ma mentre si sfuma si trasforma in polvere, è luminoso ma non in modo eccessivo. La cosa interessante di questo prodotto è che può fare da base ai prodotti in polvere, usare questo Highlighter come base ad esempio di Sirocco di New Cid crea un effetto pazzesco (qui una foto, cliccare per credere).

Illuminante: qualche consiglio extra

  • Se siete all’inizio con l’uso dell’illuminante vi consiglio di sceglierne uno in stick, è più facile da applicare, è più facile da modulare.
  • Il color champagne è quello che spesso va per la maggiore, ma io ho imparato ad apprezzare tonalità più naturali come ad esempio lo stick di Douglas, Copacabana di Nars (citato nel post), o lo stesso illuminante Shaka: questi colori si fondono benissimo con l’incarnato e creano un effetto luminoso e visibile, ma sempre molto realistico.
E ora le domande di rito: Qual è il vostro illuminante del cuore? Usate questo tipo di prodotto per i vostri make-up oppure no? Qual è l’illuminante che vorreste provare assolutamente (non necessariamente tra quelli mostrati)?
Vi piacerebbe un post simile a questo dove però si parla solo di contouring e terre?
Aspetto le vostre risposte!
un bacio

No comments

  • MikiInThePinkLand

    Ho un rapporto davvero strano con gli illuminanti. Mi piacciono ma proprio non riescono a piacermi sul mio viso. sarà che non ho trovato quello giusto? Preferisco pensare che non sono adatti alla mia pelle, almeno non mi lascio tentare dall'acquisto esplorativo.
    Tra quelli che hai mostrato possiedo quello di The Balm, davvero notevole, ma su di me troppo giallo e innaturale.

    Rispondi

  • Elsa P

    Vabbè, ammettilo che questo post in realtà lo hai scritto per me……..XD Io è un pezzo che voglio realizzare un intero video sugli illuminanti, e adesso mi hai fatto venir ancora più voglia!! 🙂 Comunque hai aggiunto alla mia wishlist quello di Shaka (da me non ho trovato il tester e quindi non l'ho ancora acquistato), quello di New Cid e pure quello di Douglas! Accidenti a te, mai una volta che io ne esca senza nuovi desideri 😀

    Rispondi

  • MaryP

    Bel post! Ti dirò uso poco gli illuminanti, ma in vista dell'estate ne voglio comprare uno … Sì mi hai proprio convinta!

    XoXo
    Mary
    New Post-> http://modidimoda-mapi.blogspot.it/2016/05/elogio-al-sognatore.html

    Rispondi

  • A.G. - Whatsinmybag

    Se sono troppo gialli sono strani anche su di me, come pure se sono troppo argentati, prova con un colore più effetto nudo come ad esempio lo stick douglas, potrebbe essere una valida alternativa.

    Rispondi

  • A.G. - Whatsinmybag

    Tu devi avere l'illuminante Shaka, ti piacerebbe un sacco!

    Rispondi

  • Federica.

    Il maryLu rimane il mio preferito <3

    Rispondi

  • Chiara P

    mai provati sai? gli illuminanti in generale…dopo aver letto questo post mi hai praticamente convinta ad acquistarne uno:)
    chiara
    tuttoquellocheci-piace.blogspot.it

    Rispondi

Leave a Reply